Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Dal 19 gennaio parte il maxi cantiere in A7, Autostrade: “Non passate da Genova”

Una sola corsia in direzione Milano tra Genova Ovest e Bolzaneto, ecco il piano per la viabilità

Genova. Sarà operativo dalla mattina del 19 gennaio il cantiere sull’autostrada A7 che restringerà a una sola corsia il tratto tra Genova Ovest e Bolzaneto in direzione Milano. A comunicarlo è la società Autostrade al termine del comitato operativo per la viabilità riunito oggi coi rappresentanti di Regione, Comune, Prefettura e autotrasportatori per cercare di ridurre al minimo i disagi. L’intervento, infatti, durerà più di un mese e produrrà inevitabili conseguenze sul traffico cittadino.

Le attività, conferma Autostrade, saranno svolte in modo continuativo e termineranno entro febbraio. Si tratterà di sostituire circa 150-200 metri di barriere di sicurezza (guard-rail) in prossimità della confluenza della A10 est con la A7 nord. Il cantiere interesserà circa 600 metri della carreggiata con chiusura della corsia di sorpasso in un tratto privo di corsia di emergenza e, visto il tipo di lavorazioni che richiedono temperature non troppo rigide, sarà attivo prevalentemente nelle ore diurne, su un orario esteso dalle 6 alle 22.

La direzione di tronco, sulla base di indicazioni pervenute nell’ambito del Cov, ha dato comunque disponibilità a richiedere al Comune di Genova il permesso per lavorare il più possibile anche in orario notturno, così da comprimere al massimo la durata del cantiere, tenendo conto della necessità di rispettare la normativa sui riflessi acustici delle attività svolte.

La prima misura per evitare il caos è l’invito a non passare da Genova. “Per il traffico a lunga percorrenza proveniente da Ventimiglia e diretto verso Milano o verso Centro e Sud Italia, si suggerisce di utilizzare l’itinerario alternativo A26–A21–A1”, scrive Aspi. Allo stesso modo, “per il traffico pesante in uscita dal Psa di Voltri e diretto a Nord o direzione Centro o Sud Italia il consiglio è di evitare il nodo genovese, e di seguire l’itinerario alternativo percorrendo A26–A21–A1”.

Oltre all’ingorgo sulla direttrice della Valpolcevera, si rischia l’effetto a catena sulla A10 e sul Ponente per i mezzi pesanti che andranno a prendere in massa la A26 come alternativa in direzione Nord. Di concerto con polizia stradale e municipale sono stati individuati alcuni percorsi per i camionisti con l’obiettivo di ridurre al minimo i disagi sulla viabilità ordinaria.

I mezzi in uscita dal varco Derna potranno proseguire su via della Superba per allacciarsi alla A10 a Genova Aeroporto e proseguire su A26 se diretto a Nord. Se diretti località intermedie tra Bolzaneto e Ronco Scrivia potranno proseguire per Via Tea Benedetti in viabilità ordinaria e proseguire fino alla stazione di Genova Bolzaneto per il reingresso in A7 nord. I mezzi in uscita da vrco Etiopia invece proseguiranno su via Milano per inversione in via Pietro Chiesa e prosecuzione su lungomare Canepa per le alternative già citate sopra.

Per farli rispettare saranno installati cartelli segnaletici e saranno schierati agenti. Inoltre un mezzo di soccorso pesante verrà inoltre dedicato in modalità permanente al cantiere, per interventi tempestivi in caso di incidente o di necessità di rimozione di mezzi dalla carreggiata nel tratto.