Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Class action contro Autostrade, rinviata l’udienza. Spunta ipotesi trasferimento del processo a Roma

Eccepita la competenza del foro genovese: Aspi ha la sede nella capitale

Genova. Nulla di fatto per la prima udienza nata dalla Class Action intentata dai cittadini della Valle Stura contro Autostrade per l’Italia: la pratica è stata rinviata a data da destinarsi, mentre spunta l’ipotesi di uno spostamento dell’eventuale processo a Roma.

Questo l’esito del primo round tra cittadini e Autostrade per l’Italia, durante la prima udienza che avrebbe dovuto giudicare sulla ammissibilità della causa stessa: secondo il giudice monocratico presente oggi in aula, infatti, è necessario un giudizio collegiale, per cui ha rimesso al presidente del Tribunale di Genova il fascicolo, in attesa che questo nomini i giudici che entreranno nel merito della questione.

Ma non solo: il giudice ha anche anticipato che sarà eccepita la competenza territoriale del Tribunale di Genova, in quanto l’azienda in causa, Aspi, ha sede nella capitale, dove quindi potrebbe essere spostato il dibattimento. Una ipotesi accolta favorevolmente dalla difesa dell’azienda, ma che sarà oggetto del dibattimento.

E proprio su questo che arrivano i primi commenti da parte del Gruppo Viabilità Valle Stura e Orba, promotori della class action: “Speriamo caldamente che il processo rimanga a Genova dove i fatti si sono svolti e dove risiedono i cittadini che hanno intrapreso questa iniziativa legale per difendere i propri diritti – spiegano – e auspichiamo che questo dibattimento sia affrontato senza indugi ma in tempi ragionevoli”.