Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Camera di Commercio, Luigi Attanasio rieletto presidente per acclamazione

Il nuovo consiglio camerale è composto da 25 componenti, 22 dei quali rappresentano le imprese e sono designati dalle associazioni di categoria a seconda del peso dei rispettivi settori economici, mentre 3 rappresentano rispettivamente consumatori, lavoratori e liberi professionisti

Genova. Luigi Attanasio è stato confermato presidente della Camera di Commercio di Genova fino al 2026. Lo ha rieletto oggi, per acclamazione, un consiglio camerale fortemente rinnovato sia nel numero (che per effetto della riforma delle Camere del 2016 passa da 33 a 25 consiglieri) che nella composizione, che vede ben 13 nuovi ingressi.

La riunione di insediamento del consiglio si è svolta in modalità virtuale con tutti i consiglieri presenti. La riunione è stata aperta, come vuole la procedura, dal Presidente della Regione Giovanni Toti, che dopo un breve saluto ha ceduto la parola al consigliere anziano Felice Negri.

Tutte le categorie rappresentate, dalle associazioni datoriali delle imprese ai sindacati, dai liberi professionisti ai consumatori, sono state concordi nel rinunciare alla procedura di votazione on line con voto segreto e hanno eletto Luigi Attanasio, per acclamazione, presidente della Camera di Commercio di Genova per il mandato 2021/2026.

“L’acclamazione del nuovo Consiglio non può che rendermi felice – commenta Attanasio – e mi dà fiducia e forza nel proseguire il percorso tracciato nello scorcio di mandato precedente. La mia prima preoccupazione è per tutte quelle imprese che rischiano di non sopravvivere all’emergenza economica legata alla pandemia, a partire da quelle del turismo: a loro voglio dire che ce la metteremo tutta, oggi per affiancarle e sostenerle nelle richieste di aiuti e ristori e, non appena sarà possibile, per cogliere al meglio la sfida della ripartenza. In parallelo continueremo a lavorare per scrivere nuovi capitoli del nostro Libro Bianco delle Infrastrutture, e abbiamo già in cantiere ai primi di febbraio un incontro con la cabina di regia di Piemonte e Lombardia.”

Il nuovo consiglio camerale è composto da 25 componenti, 22 dei quali rappresentano le imprese e sono designati dalle associazioni di categoria a seconda del peso dei rispettivi settori economici, mentre 3 rappresentano rispettivamente consumatori, lavoratori e liberi professionisti.

I nuovi ingressi nel consiglio camerale sono Giovanni Mondini e Luca Pallavicini per l’industria, Roberto Gennai per l’artigianato, Aldo Werdin, Roberta Mazza e Massimiliano Spigno per il commercio, Mattia Rossi per la cooperazione, Stefano Messina e Barbara Banchero per i trasporti, Gianluca Guaitani per il credito, Paolo Pessina per i servizi alle imprese, Giancarlo Guarneri per i lavoratori e Stefano Salvetti per i consumatori.

Confermati invece Paolo Corsiglia per l’agricoltura, Filippo Dellepiane per l’industria, Paola Noli e Felice Negri per l’artigianato, Paolo Odone, Ornella Caramella, Franco Aprile per il commercio, Alessandro Cavo per il turismo, Alessandro Pitto per i trasporti, Luigi Attanasio e Massimo Giacchetta per i servizi alle imprese, Maurizio Michelini per i professionisti.

Il prossimo passo della procedura di rinnovo degli organi camerali, atteso a inizio febbraio, sarà la convocazione del consiglio che dovrà eleggere i sette componenti della Giunta camerale.