Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

22 anni senza Faber: l’11 gennaio 1999 ci lasciava Fabrizio De André

Quest'anno, a causa della pandemia, niente concerti e manifestazioni a ricordare il cantautore

Più informazioni su

Genova. Sono passati 22 anni da quando Fabrizio De André ci ha lasciato. Era una fredda notte dell’11 gennaio 1999. De André aveva scoperto di essere malato solo sei mesi prima. Era ricoverato all’istituto tumori di Milano. Due giorni dopo la sua morta a Genova, si svolsero i funerali a cui parteciparono oltre 10 mila persone.

La piazza della basilica Santa Maria Assunta a Carignano era stracolma di persone commosse. Un evento che Paolo Villaggio, grande amico di Faber, ricordava così: “Io ho avuto per la prima volta il sospetto che quel funerale, di quel tipo, con quell’emozione, con quella partecipazione di tutti non l’avrei mai avuto e a lui l’avrei detto. Gli avrei detto:Guarda che ho avuto invidia, per la prima volta, di un funerale”.

Quest’anno, a causa della pandemia, niente concerti, niente tavole rotonde, niente convegni: ogni appassionato alla musica di Faber potrà sicuramente viverla nel suo privato, che sia attraverso una piattaforma digitale o un più romantico vinile.

Non si può dimenticare che, pochi mesi fa, proprio una canzone di Fabrizio De André – Creuza de mä – è stata scelta per aprire l’inaugurazione del nuovo ponte Genova San Giorgio.