Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Voltri, passeggiata a mare al buio da tre mesi: “Altro che luminarie natalizie”

Schermaglie sui social tra assessore di municipio e giunta Bucci, presto l’intervento

Genova. In piazza De Ferrari da qualche giorno, ogni sera, si accendono un milione di luci di Natale. A Voltri, da tre mesi, parte della passeggiata a mare, in un tratto compreso tra il litorale e una fila di palazzi e capannoni, è quasi completamente al buio. Una situazione che ha portato l’assessore ai Lavori pubblici del municipio Ponente, Matteo Frulio, a denunciare la cosa con un post su Facebook.

“Sono mesi che segnaliamo questo gravissimo disservizio. Il nulla. Nel frattempo ci sono state panche divelte e danni alle società che chiedono, oggi, giustamente, le telecamere. Io inizierei a dare di nuovo luce a questo importante spazio aperto”.

Quello della passeggiata a mare non è il solo problema relativo all’illuminazione pubblica. A Fabbriche, nell’immediato entroterra, sono stati necessari 15 giorni per riavere i lampioni funzionati. “E invece, a 20km di distanza, si festeggiano un milione di lucine in piazza De Ferrari.
Ci sono due realtà in questa Genova”.

Frulio attacca il passaggio da Aster alla società privata City Green Light per la gestione e la manutenzione degli impianti di illuminazione pubblica, scattato la scorsa estate dopo un bando del Comune. “Non è polemica. È una richiesta di rispetto per tutti i cittadini di questa delegazione. La più lontana dal centro, da Genova. La più lontana, anche a Natale”, conclude Frulio.

Proprio sotto al post è arrivata la replica piccata del vicesindaco e assessore ai Lavori pubblici della Giunta Bucci, Pietro Piciocchi: “Perché invece di fare queste sparate non mi hai mai cercato per segnalarmi il problema? Perché non hai mai cercato l’assessore Campora? Cosa pensi di risolvere con questo post? Da un amministratore pubblico mi aspetto un atteggiamento ben diverso, di collaborazione concreta e leale, soprattutto quando dall’altra parte ci sono assessori, come il sottoscritto e Campora, che cercano di mantenere un rapporto costante e proficuo con il municipio”.

In realtà dal municipio affermano di avere più in volte inviato segnalazioni e richieste d’intervento e che sul tema è stata svolta una riunione quindici giorni fa. Dal Ponente dicono di avere anche utilizzato il numero verde – unico canale di segnalazione di City Green Light – ma senza esito.

Al netto delle schermaglie social, il vicesindaco Piciocchi ha assicurato che si attiverà “immediatamente per l’illuminazione della passeggiata di Voltri di cui nulla sapevo”. E sottolinea: “Quanto al fatto che le periferie siano abbandonate, su questo non mi trovo d’accordo. Personalmente vengo molto spesso nel territorio del Municipio 7. Sono molte le risorse che la Giunta ha indirizzato su questa delegazione. Solo la nuova piscina di Voltri costa 6 milioni di euro. L’impianto sportivo Nico Sapio 5 milioni. Aggiungo la passeggiata di Pegli e potrei continuare. E i molti lavori che stiamo facendo nei quartieri collinari. Stiamo lavorando con grande impegno sul grande di progetto di rigenerazione di Palmaro che vogliamo presentare al MIT per i fonoassorbenti sulla qualità dell’abitare: 15 milioni di euro. C’è tantissimo da fare e molte cose che vanno sistemate. Lo sappiamo bene. Ma le assicuro che la periferia non è affatto di serie B”.