Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sampierdarena, donna denuncia il marito violento dopo 7 anni di botte e maltrattamenti

Denunciato un 39enne originario di Roma: dal 2013 ha sempre preteso di essere mantenuto economicamente, servito e riverito

Genova. Una vita di minacce e maltrattamenti che andava avanti dal 2013, quando lei aveva conosciuto il suo attuale marito su un social e l’aveva accolto a casa sua a Sampierdarena. Ieri però, dopo l’ennesima aggressione, la donna in lacrime ha chiamato il 112 e ha denunciato tutto. Così alla porta si è presentata la polizia che ha imposto all’uomo l’allontanamento urgente dall’abitazione.

All’arrivo delle volanti il 39enne, originario di Roma, che nel frattempo era uscito di casa, si è presentato ai poliziotti dicendo che effettivamente aveva picchiato la compagna perché esasperato dalle sue richieste di collaborazione nei lavori domestici.

La realtà dei fatti è emersa piano piano dalle parole della vittima, una donna impaurita e quasi privata della sua personalità, che dal 2013, dopo aver conosciuto il romano su un social e averlo accolto a casa sua, stava vivendo un inferno.

Lui disoccupato e spesso alterato dall’alcool, ha sempre preteso di essere mantenuto economicamente, servito e riverito. La donna è stata isolata, allontanata dai suoi familiari, minacciata, percossa e sottoposta a lancio di oggetti. Ogni pretesto era buono per litigare e spaccare qualche pezzo di mobilio.

La vittima non ha mai denunciato, lo ha sempre perdonato e protetto fino ad oggi, quando l’uomo, accusandola di aver staccato una presa dal muro per sbadataggine, l’ha insultata e minacciata scagliandole addosso un cacciavite e l’aspirapolvere. Lei, esasperata si è chiusa in bagno e, ripensando anche alle parole di un’amica che le aveva offerto aiuto ed ospitalità, finalmente ha chiamato i soccorsi.