Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Riapre la linea ferroviaria “sussidiaria”, era chiusa dal crollo del ponte Morandi

Si tratta della linea che collega Genova Rivarolo/Genova Borzoli/Mignanego con Genova Sampierdarena

Genova. Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane) riapre da domani, nel nodo di Genova, la linea ferroviaria “Sussidiaria”. Si tratta della linea che collega Genova Rivarolo/Genova Borzoli/Mignanego con Genova Sampierdarena che tornerà a essere operativa dopo la sospensione al traffico, dal 14 agosto 2018, a seguito del crollo del viadotto autostradale Morandi.

I treni programmati sulle linee per Acqui/Ovada e Busalla/Arquata Scrivia/Novi Ligure torneranno a utilizzare la linea riaperta, con benefici in termini di regolarità del traffico ferroviario, mentre la linea “Bastioni” sarà impiegata principalmente per i collegamenti merci.

Le attività di ripristino si sono potute avviare a settembre dopo le restituzione delle aree, concesse al commissario straordinario per la ricostruzione, per i lavori di messa in sicurezza, demolizione e ricostruzione del viadotto autostradale che sovrasta la linea stessa.

Gli interventi hanno interessato la linea con diverse opere di ricostruzione, in particolare il consolidamento e impermeabilizzazione del viadotto in muratura costituito da 44 archi, il rifacimento dei binari sottostanti l’area del crollo del Morandi, nonché attività di upgrade tecnologico con rinnovo della linea alimentazione elettrica con la realizzazione di 60 nuovi tralicci.

Un investimento di 4,5 milioni di euro.

Nella prima fase dopo la riattivazione, fino a mercoledì 13 gennaio, i treni percorreranno il tratto interessato dai lavori con un rallentamento di velocità a 30 km/orari per poi offrire un ulteriore miglioramento delle performance dei collegamenti attualmente in circolazione sulle linee interessate.