Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Ranieri prima di Samp-Sassuolo: “Partita difficilissima, loro giocano a memoria” risultati

Il match mette a confronto Ranieri e De Zerbi, due modi diversi di intendere il calcio

Genova. “Sarà una partita difficilissima, loro giocano a memoria e sanno cosa fare in ogni parte del campo, hanno qualità. Ci sarà da correre, da soffrire e fare punti per un buon Natale”.

Claudio Ranieri parla alla vigilia di Sampdoria-Sassuolo, ultima partita dell’anno, forte degli ultimi due risultati utili consecutivi: “I punti delle due partite vinte ti fanno stare un po’ più sereno e ti danno autoconvinzione che stai lavorando bene”.

Ranieri e De Zerbi, due modi diversi di intendere il calcio, come evidenzia il mister blucerchiato: “Lui è un ottimo allenatore, sta facendo un grande lavoro. Ama tenere la palla, io ho un’altra filosofia, preferisco dare molte emozioni ai tifosi creando occasioni da gol attraverso la verticalità”.

Ranieri ha studiato bene l’avversario: “Hanno fatto più punti fuori casa e hanno ottime individualità, ma sanno anche giocare bene in collettivo, smarcando i Berardi, i Boga, i Caputo, bravi nell’uno contro uno”. Per il mister sarà fondamentale vincere le mini-partite interne che si creeranno nel match.

La Sampdoria arriva all’appuntamento con un grosso problema sul terzino destro, visto che dopo l’infortunio a Bereszynski anche Ferrari è fuori uso almeno per un mese dopo lo stiramento al 4′ di Sampdoria-Crotone: “Non ci voleva, dovevamo preservarlo, invece non me la sono sentita di non metterlo dall’inizio”.

Parlando di giocatori ancora non al meglio Keita Balde sta migliorando giorno dopo giorno, assicura Ranieri: “Vorrebbe fare 90 minuti, ma l’esperienza mia e dei preparatori ci porta a fare mille considerazioni, non è ancora pronto.