Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Pronto il piano di risanamento per la Compagnia Unica, il 4 dicembre la delibera finale

Nel corso della riunione il Comitato ha esaminato le note di variazione al Bilancio 2020 e il Bilancio di previsione 2021

Più informazioni su

Savona. Nella seduta di ieri del Comitato di gestione è stato illustrato il piano di risanamento della Compagnia Portuale. Anche al fine di tenere conto dell’orientamento espresso dalla Commissione consultiva tenutasi nelle ore immediatamente precedenti la seduta del Comitato, è stato deciso un aggiornamento della riunione per venerdì 4 dicembre al fine di assumere la deliberazione finale.

Nel corso della riunione il Comitato ha esaminato le note di variazione al Bilancio 2020 e il Bilancio di previsione 2021, esprimendo il proprio consenso ai documenti esposti, che potrà essere formalizzato nella seduta di venerdì 4 dicembre in considerazione del fatto che entrambi i documenti di bilancio accolgono previsioni finanziarie connesse al piano di risanamento della Compagnia Unica.

Fra le altre deliberazioni si segnala l’approvazione della revisione del regolamento per il settore della cantieristica nel porto di Genova che innova le disposizioni per i rilasci delle licenze alle imprese di costruzione e riparazione navale, così come le disposizioni per il rilascio delle concessioni demaniali nel distretto industriale. La revisione, approvata all’unanimità ed oggetto di un precedente confronto con Confindustria, consente una maggiore apertura del mercato delle riparazioni genovesi facilitando l’acquisizione delle necessarie autorizzazioni e semplificando le procedure amministrative.

Infine, il Comitato è stato aggiornato in merito al documento di Pianificazione Strategica, necessario alla successiva stesura del Piano Regolatore Portuale per il quale si è completato il percorso partecipativo con gli stakeholder privati ed istituzionali, fra i quali rientrano tutti i Comuni interessati dallo sviluppo dei traffici e delle infrastrutture portuali. Il documento, una volta acquisiti i pareri definitivi dei Comuni, potrà essere adottato dal Comitato per la successiva approvazione da parte della Regione Liguria.