Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Mondiali di calcio 1982, dal bosco della Val Bisagno spuntano le lattine di 38 anni fa

Una discarica vintage emerge dal sottobosco del nostro entroterra

Genova. Diverse decine di lattine, dopo un lungo viaggio nel tempo, tra la terra, i sassi e sotto gli alberi, sono riemerse alla luce del sole, ricordandoci ancora una bella pagina della storia recente del nostro paese, ma gettando un’ombra inquietante sulla dimensione della nostra ingombrante impronta ecologica.

Si tratta di una piccola discarica, trovata in questi giorno in alta Val Bisagno, formata da lattine di Coca-cola griffate con i loghi del Campionato mondiale di calcio 1982, frutto del gesto incivile di un nostro ignoto concittadino di un tempo con cui ha lasciato in eredità delle memorabilia decisamente poco gradite.

E in queste ore in cui la scomparsa di “Pablito” Paolo Rossi, l’eroe di Spagna 1982, sta facendo girare il carosello della memoria d’Italia, ecco che appare l’altra faccia del nostro mondo, il cui fardello dei rifiuti, nascosti alla bene e meglio sotto i vari “tappeti” disponibili, diventa sempre più allarmante. E il paradosso è che in realtà a ricordarsi dei mondiali del 1982 sono e saranno sempre meno persone (i bambini di allora oggi hanno 50 anni) ma a dovere affrontare l’eredità delle nostro cattive abitudini sono e saranno sempre persone, molte delle quali devono ancora nascere. Chissà cosa penseranno dei “campioni del mondo”.