Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Lotteria degli scontrini, commercianti genovesi sugli scudi: “Per noi sarà un’ulteriore spesa”

La denuncia di Ascom: "Necessari interventi di adeguamento dei registratori telematici, inoltre si rischiano assembramenti"

Più informazioni su

Genova. È subito polemica sulla lotteria degli scontrini, il gioco a premi ideato dal governo per combattere l’evasione fiscale. Dal 1° dicembre sono aperte le iscrizioni online: durante gli acquisti si potrà comunicare un codice al negoziante per partecipare all’estrazione di premi in denaro per i clienti (ma anche per i commercianti) che vanno dai 25mila euro per le estrazioni settimanali ai 100mila delle mensili fino al maxi-premio di fine anno di 5 milioni (qui tutte le informazioni e la procedura per registrarsi).

I commercianti genovesi però lanciano l’allarme e chiedono un’ulteriore proroga. “È un momento complicato per tutti, il Covid preoccupa e produce danni gravissimi alle imprese, all’economia e all’occupazione. Eppure ci sono situazioni che non sembrano neppure reali “, scrive Ascom in una nota.

“Sono necessari interventi di adeguamento tecnico dei registratori telematici già installati che, ad oggi, il mercato non è stato in grado di eseguire su un’ampia platea di soggetti. Avviare questa lotteria – denuncia Ascom – significa per i commercianti dover sostenere una ulteriore spesa per adeguare i registratori di cassa telematici acquistati nei mesi precedenti per adempiere all’obbligo dello scontrino elettronico”.

“Senza contare – conclude la nota – che nel momento in cui il cliente chiede di abbinare i codici è necessario porre attenzione, dedicare tempo con il rischio di  creare attese per gli altri clienti e magari con il rischio di assembramenti“. L’avvio della lotteria è previsto per il 1° gennaio, sempre che le polemiche non sortiscano l’effetto di un nuovo rinvio dopo anni di attesa.