Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Lavoratori irregolari nel trasporto merci, l’osservatorio logistica chiede un incontro al Prefetto

La proposta è di convocare un tavolo della “ legalità” congiunto con forze dell'ordine e istituzioni

Più informazioni su

Genova. I rappresentanti dell’osservatorio sulla Logistica chiedono un incontro al prefetto di Genova Carmen Perrotta per porre un argine all’impiego di lavoratori irregolari nel settore dei trasporti, pratica che sarebbe aumentata durante questo anno di pandemia.

Ecco il testo della lettera:

III.mo Sig. Prefetto di Genova,
in data 17 dicembre 2020, è stato effettuato un primo incontro tra Osservatorio dell’Autotrasporto di Genova, e ITL, INAIL, INPS, Capitaneria di Porto e Autorità di Sistema Portuale, riportante all’ordine del giorno, verifiche ed eventuali irregolarità di lavoratori ai quali non viene applicato il CCNL Logistica Trasporti Merci che operano all’interno delle aree portuali di Genova.
Nella riunione del 17 dicembre 2020, sono state da noi evidenziate alcune possibili lacune, che con un’azione congiunta di tutti gli enti Preposti, potrebbe trovare soluzioni al fenomeno dell’utilizzo di lavoratori non in regola in Italia, e/o non inquadrati correttamente e/o ai quali non viene applicato correttamente il Contratto Nazionale del Trasporto Merci , o addirittura sprovvisti di accordi Sindacali, con eventuale deroga all’orario di lavoro, cosa essenziale nel settore, al fine di evitare dumping tra lavoratori e aziende, a beneficio dell’illegalità e dell’illecito.

Crediamo fortemente che, a seguito della pandemia in atto, tali possibili illeciti, possano proliferare, in mancanza di un vero tavolo di Regia, che inizi con una verifica documentale degli autisti e delle aziende, al momento del rilascio dei permessi portuali ai lavoratori, proseguendo poi al controllo che gli enti preposti possono mettere in atto al momento, rilevando eventuali anomalie, frutto di possibili ricatti occupazionali.

Per quanto sopra, si richiede a Sua Eccellenza, vista la pericolosità di quanto segnalato, se non fosse il caso di convocare un tavolo della “ legalità” congiunto con la Guardia di Finanza, Polizia Stradale, Polizia di Frontiera, Capitaneria di Porto, ITL di Genova, Inail e Inps, Autorità di Sistema Portuale, Regione e Comune, al fine di provare a creare un coordinamento che possa, salvaguardare i lavoratori, le aziende, mettendo al primo piano la legalità nel settore della Logistica e del Trasporto Merci, nella nostra Città.
In attesa di cortese riscontro inviamo i nostri saluti.

La Segreteria dell’Osservatorio
Giuseppe Bossa