Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Lanterna Corse Rally Team a Monza per la chiusura del Mondiale WRC

Roberto Gobbin ed Alessandro Cervi ai nastri di partenza di una gara che sarà divisa tra le prove speciali classiche delle Prealpi Lombarde e quelle ricavate all’interno dell’Autodromo

Genova. Sarà un finale di stagione ad altissima intensità quello della Lanterna Corse Rally Team, che si prepara ad affrontare la gara conclusiva del Campionato del Mondo WRC, l’Aci Rally Monza, con Roberto Gobbin ed Alessandro Cervi.

Per Gobbin si tratta della prima gara con i colori del team genovese, dopo una stagione ricca di impegni internazionali, sempre affiancato dal navigatore ligure. Dopo le esperienze nel campionato europeo per l’equipaggio della Lanterna Corse Rally Team è arrivato il momento di debuttare tra i grandi del rallismo, in una gara inedita per il Campionato del Mondo che sarà divisa tra le prove speciali classiche delle Prealpi Lombarde e quelle ricavate all’interno dell’Autodromo di Monza.

Saranno quattro giornate intense: da giovedì 3 a domenica 6 dicembre,  Gobbin e Cervi dovranno misurarsi con l’élite del Rally mondiale a bordo della loro Fiat Abarth 124 della classe RGT. Per l’equipaggio si tratta di una partecipazione non prevista, dopo la modifica repentina al programma stagionale dovuta all’uscita di strada in terra ungherese. Gobbin avrebbe dovuto infatti proseguire l’avventura nel Campionato Europeo e nella Abarth Rally Cup con il Rally Islas Canarias, ma l’impossibilità di sistemare in tempo la vettura ha spinto il pilota ad optare per l’inedita gara italiana, che fa parte della RGT Cup Fia, serie mondiale articolata su tre eventi che al momento vede Gobbin in quarta posizione.

Il lungo weekend monzese inizierà giovedì 3 dicembre con lo shakedown e la prima prova serale, per proseguire poi con altre cinque prove speciali in pista nella giornata di venerdì 4. Sabato 5 sei prove speciali “vere” tra le valli lombarde, seguite dalla Grand Prix in Autodromo, mentre domenica 6 le restanti tre prove sull’asfalto del tempio della velocità brianzolo.

Duecentoquaranta chilometri complessivi di prove speciali, un impegno importante per Gobbin e Cervi, che comunque sono già abituati ai ritmi del Campionato Europeo.