Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

La neve ritarda la consegna dei vaccini: 12 mila dosi della prima ondata arriveranno il 30 dicembre

Anche la somministrazione in una rsa di Mele è stata rinviata a causa delle condizioni delle strade

Genova. La lunga attesa per la prima ondata di vaccinazione viene procrastinata di qualche ora a causa della neve che in queste ore sta flagellando tutto il continente. Al contrario delle previsioni, il primo 75% delle 16 mila dosi previste, arriveranno in Liguria solo 30 dicembre pomeriggio entro le 16: le vaccinazioni quindi potranno iniziare il 31 stesso.

A dirlo il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti durante il consueto aggiornamento stampa sulla situazione legata alla gestione dell’epidemia di Covid: “Sentito il ramo italiano della Pfizer, ci han spiegato che le dosi previste non sono riuscite ad arrivare oggi a Milano a causa della bufera di neve, ma chi ha assicurato che tre quarti del totale arriveranno entro il 30, mentre il restante 25% sarà consegnato nei primissimi giorni del prossimo anno”. Questa dotazioni di vaccini fanno parte della cosiddetta “prima ondata” che riguarderà gli operatori della sanità che si sono “messi in lista”.

Il maltempo di oggi ha anche creato qualche problema per la somministrazione delle dosi nella rsa Villa Costanlda, situata in via Fado, nel comune di Mele, che doveva essere raggiunta dagli operatori sanitari per procedere alle vaccinazioni. “Vaccinazioni che riprenderanno domani – ha concluso Toti – portando a termine la ‘quota’ del Vaccino Day iniziate ieri”.