Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Il richiamo della “briscola”, sanzioni in due circoli ad Albaro e Pegli: violata normativa Covid

In un locale c'erano 13 persone, nell'altro 24: tutte multate anche perché fuori di casa dopo le 22 senza un valido motivo

Genova. Chiusura e sanzioni per un circolo ricreativo e un’associazione sportiva dove, in seguito a controlli della polizia di stato, sono state trovate diverse persone a giocare a carte, bere e mangiare senza rispettare le normative e i divieti anti-Covid. E’ successo nei quartieri di Pegli e di Albaro, a Genova.

Nella tarda serata di ieri, a Pegli, i poliziotti delle volanti dell’ufficio prevenzione generale hanno notato un uomo entrare in un circolo ricreativo che stando alle attuali disposizioni anti-contagio avrebbe dovuto essere chiuso. Considerate anche le numerose auto parcheggiate nelle immediate vicinanze del locale, hanno deciso di entrare e approfondire il controllo.

Seduti ai tavoli 13 persone, alcune intente a giocare a carte ed altre a consumare cibo e bevande. Unico referente dell’associazione era un socio responsabile, un marocchino 32enne, che non è stato in grado di fornire nessuna tessera d’appartenenza ne per se ne per gli altri avventori.

I 13 ospiti, di età compresa tra i 71 e 27 anni, sono stati tutti sanzionati per la violazione della normativa anti contagio in quanto al di fuori della propria residenza oltre l’orario previsto senza alcun valido motivo. Al socio responsabile è stata comminata la sanzione amministrativa e la chiusura del circolo per 5 giorni. Sono in corso accertamenti per verificare l’effettiva appartenenza al circolo delle persone presenti.

Alle 01.20 di questa notte altri poliziotti delle volanti, durante il servizio di controllo del territorio, hanno rilevato nei locali in uso ad un circolo sportivo ad Albaro, oltre ad alcune mancanze riguardanti la conservazione e la somministrazione di alimenti e bevande, anche la presenza di 24 persone che giocavano a carte.

Tutti i presenti, di età compresa tra i 25 e 82 anni, sono stati sanzionati in quanto il gioco delle carte per attività collegate a competizioni dilettantesche è comunque vietato dalle 22 alle 5.