Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Il Natale della solidarietà per le Vespertine della Val Bisagno: donati decine di regali “fatti a mano” foto

Donati numerosi manufatti all’associazione ANGSA e al circolo Sertoli "per dare il nostro contributo a sostegno dell’importante lavoro da loro svolto"

Genova. Nonostante la chiusura imposta dalle restrizioni legate al Covid, il cuore grande delle Vespertine della Val Bisagno, ancora una volta, è andato oltre l’ostacolo, continuando senza sosta la produzione per arrivare preparate al Natale.

Sì perchè senza solidarietà, queste feste non possono essere la stessa cosa: è così tutto il meglio che le “Vespe” han prodotto in questi mesi di confinamento è stato donato a due grandi associazioni del territorio, impegnate in questi giorni a confezionare pacchi regalo da donare a chi ne ha più bisogno.

“Da tanti mesi, troppi ormai, la nostra scuola vespertina, come tutte le altre ha le porte chiuse. Una grande struttura vuota e fredda, non solo per la mancata accensione del riscaldamento, ma soprattutto perché manca il calore umano, mancano i sorrisi, gli abbracci, i caffè in compagnia – scrive su facebook Maura Grosso, insegnante e anima delle Vespertine – Ma tutte voi, tutte noi, abbiamo profonda necessità di sentirci parte di questa grande famiglia. E così, una volta ancora, abbiamo afferrato al volo l’occasione di costruire qualcosa, di bello, di generoso, perché siamo una goccia nel mare, ma ogni piccola goccia può fare la sua parte”.

“E insieme alla nostra preziosa consigliera del municipio Claudia Benassi, abbiamo donato numerosi manufatti all’associazione ANGSA e al circolo Sertoli, per dare il nostro contributo a sostegno dell’importante lavoro da loro svolto. Grande soddisfazione per me perché le mie ragazze, anche in questa occasione, hanno risposto con grande generosità e impegno, con le loro competenze e il loro tempo”.

Un grande gesto di solidarietà per una realtà, quella delle Vespertine, che nonostante la sua storia e la sua valenza sociale in questi anni è diventata “a rischio chiusura”, schiacciata dalla mancanza di spazi e investimenti. “Un grazie di cuore al Municipio 4 valbisagno, al Presidente Roberto D’Avolio e a Claudia Benassi che sempre ci sostiene e ci guida – conclude la Grosso – E un grazie enorme a tutte le mie preziose collaboratrici, sempre pronte a seguirmi in ogni nuova avventura. Un’altra esperienza che ci unisce e rende migliore il nostro Natale, soprattutto in un momento così difficile. Torneremo a riscaldare i nostri spazi, ne sono certa”.