Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Giardiniere schiacciato da un macchinario a Pegli, in tre a processo per omicidio colposo

La tragedia risale al 25 luglio 2018, il pm Puppo ha chiesto il rinvio a giudizio ma l'udienza ancora non è stata fissata

Genova. Sono tre le persone indagate dalla Procura di Genova per la morte di Matteo Marré Brunenghi, il perito agrario morto a villa Banfi, a Pegli il 25 luglio 2018.

Il sostituto procuratore Stefano Puppo ha chiesto che siano processati il datore di lavoro di Brunenghi, titolare della ditta Vivai Carbone di cui il giardiniere era dipendente e con lui Si tratta dei titolari della Caravaggi srl, società di Pontoggio (Brescia) che ha materialmente assemblato il macchinario agricolo che si era rovesciato schiacciando il 46enne.

Secondo le indagini svolte dal perito della Procura infatti proprio un difetto nell’assemblaccio della macchina, che era stata realizzata ad hoc per essere posata sopra dei cingoli, ne aveva causato il ribaltamento su un pendio all’interno di villa Banfi dove l’azienda per cui lavorava Brunenghi stava eseguendo dei lavori per conto di Aster.