Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Coronavirus, il piano scatta in anticipo: “Primi vaccinati in Liguria già entro il 2020”

Prime dosi in arrivo il 27-28 dicembre, Arcuri avverte: "Sarebbe complicato durante una terza ondata"

Più informazioni su

Genova. I primi vaccini anti Covid in Liguria potrebbero essere somministrati già entro la fine dell’anno. Ad annunciarlo è il presidente Giovanni Toti dopo l’aggiornamento del tavolo tecnico sulla partenza della campagna. Si tratterà, com’è noto, esclusivamente di personale sanitario che potrà sottoporsi al vaccino in maniera volontaria.

“Le prime dosi in Liguria potrebbero arrivare tra il 27 e il 28 dicembre e quindi, sia pure in forma simbolica perché il grosso dei contenuti sarà poi consegnato nella prima e seconda settimana di gennaio, le prime vaccinazioni Covid in Liguria col vaccino Pfizer potrebbero avvenire già prima di fine anno – ha detto Toti -. Credo sia un buon modo per festeggiare la fine dell’anno e iniziarne uno che speriamo sia migliore”.

Ma oggi in conferenza stampa il commissario all’emergenza Domenico Arcuri ha messo tutti in guardia:  “La curva dei contagi è ormai stabilmente congelata e prosegue nel trend decrescente, ma purtroppo non si è appiattita, non è sparita. Sarebbe davvero complicato iniziare la più grande campagna di vaccinazione di massa forse di sempre in una condizione di recrudescenza della curva dei contagi, la possibile e temuta terza ondata”

A febbraio pensiamo di iniziare a vaccinare le persone in ordine decrescente di fragilità, scendendo nella curva anagrafica – ha proseguito Arcuri -. Non ci sarà nessuna fila, ci sarà un’ordinata somministrazione con criteri che comunicheremo agli italiani nelle prossime settimane. Quando la campagna inizierà a interessare la popolazione lo farà dalle persone più fragili per andare poi a quelle meno fragili. Almeno in una prima fase saremo noi a chiamare i più fragili per vaccinarsi”.

Tutti gli italiani saranno vaccinati entro il 2021. “Confermiamo, se i processi autorizzativi lo consentiranno, una quantità di dosi per vaccinare tra la prossima estate e il prossimo autunno tutti gli italiani che lo vorranno  continua Arcuri -. Se passeremo un Natale buono,  penso che scongiureremo che la recrudescenza dei contagi metta in discussione la riapertura della scuola il 7 gennaio.

Per il bando di reclutamento dei sanitari da impiegare nella campagna di vaccinazioni anti-Covid, ha aggiunto Arcuri, “abbiamo ricevuto 11.282 candidature in 18 ore, risultato in qualche misura superiore alle nostre aspettative; di questi 6.381 sono medici. Tremila medici e 12 mila infermiere è la quota da raggiungere con il reclutamento”.