Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Buoni spesa Covid, il Comune trova 1,5 milioni a bilancio per coprire tutte le richieste

I fondi del governo bastavano solo per metà delle circa 20 mila richieste. Si punta a distribuire tutti i ticket entro Natale

Genova. Ammonta a circa un milione e mezzo di euro la somma che il Comune di Genova ricaverà da fondi di bilancio per coprire tutte le richieste dei buoni spesa Covid avanzate dai cittadini che ne hanno diritto. La giunta ha approvato nella riunione odierna una delibera che prevede di far scorrere l’elenco degli aventi diritto grazie allo stanziamento di una somma prelevata da fondi di riserva.

L’annuncio era già arrivato stamani via social dall’assessore al Bilancio e vicesindaco Pietro Piciocchi. Le richieste, quasi 20 mila, fino a ieri avrebbero potuto essere soddisfatte all’incirca per la metà con i 3 milioni di euro della protezione civile nazionale.

“Sono contento di potere comunicare che nella tarda serata di ieri siamo riusciti a trovare la quadra delle risorse che ancora mancavano per consentirci di completare la distribuzione dei buoni alimentari a tutti coloro che ne hanno diritto: circa 1 milione e mezzo di euro”, scrive Piciocchi. 1 milione e 534 mila per la precisione.

“Continuiamo ad avere bisogno di donazioni – aggiunge – e chi fosse interessato trova sul sito del Comune l’iban per il versamento, quindi rinnovo l’accorato appello ma abbiamo intanto una soluzione perché nessuno resti escluso”.

Ora la sfida – confermano dal Comune – è riuscire a distribuire tutti i buoni prima di Natale. Sono tredici gli sportelli attivati nei municipi dove chi ha diritto ai buoni si dovrà recare, previo appuntamento.

La distribuzione è iniziata ieri e fuori da alcuni uffici si sono verificate alcune code, più che altro perché qualcuno era arrivato co qualche minuto di anticipo ma le operazioni si sono svolte regolarmente grazie al lavoro di volontari del terzo settore, di addetti comunali e al presidio della polizia locale.

“Per me era un imperativo morale e mi è davvero piaciuto lo spirito di slancio ideale che ha pervaso tutta la mia squadra, l’amico Mario Baroni, l’amica Paola Bordilli, tutti i loro collaboratori perché arrivassimo al risultato – conclude Piciocchi – Ora la sfida è quella di riuscire a distribuire prima di Natale. E per questo ci vorrà grande determinazione da parte di tutti. Ringrazio già in anticipo i nostri collaboratori e l’esercito dei volontari che ci aiuteranno con questa bella operazione di solidarietà prima del Santo Natale”.