Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Autostrade sotto la neve, Aspi chiede un tavolo in prefettura: “Piano attivato regolarmente”

E la società apre agli autotrasportatori, che stamani hanno protestato a Genova, "per un'analisi condivisa delle problematiche"

Genova. La direzione di Tronco di Genova di Aspi “ha attivato con la massima regolarità il piano neve lo scorso 4 dicembre e ha chiesto formalmente un tavolo di confronto in Prefettura con tutti gli enti interessati, autotrasportatori inclusi, per un’analisi condivisa delle problematiche che si sono generate”.

Lo si legge in una nota della società concessionaria che sottolinea di aver “trasmesso al Mit e alla Regione Liguria una disamina dettagliata delle azioni messe in campo per fronteggiare l’emergenza neve e delle numerose concause”

Secondo Aspi, viene ribadito, ci sarebbe stata un’allerta meteo inadeguata e la conseguente mancata chiusura dei caselli in tempo utile, nonché il non rispetto dei divieti di ingresso in autostrada da parte dei mezzi pesanti, ma anche un inefficiente coordinamento tra concessionarie autostradali e con la viabilità ordinaria, che hanno generato i disagi per i viaggiatori.

La nota di Aspi si riferisce al problema del blocco dell’autostrada A7 (ma i problemi hanno riguardato anche la A26) a causa di una forte nevicata avvenuta il 4 dicembre 2020. La società, prosegue la nota “non ha mai agito con una logica di scarico di responsabilità e, anzi, si è sempre confrontata costruttivamente e con trasparenza col mondo dell’autotrasporto, in particolare sulla gestione degli eventi nevosi”.

Aspi “non intende replicare a una manifestazione strumentale di un piccolo gruppo di rappresentanti di categoria” ma “sta ulteriormente aggiornando i dati e le evidenze in proprio possesso, per portare in Prefettura un’analisi aperta” su quanto accaduto “così da trarne spunti di miglioramento. In ogni caso, le esperienze sul fronte neve hanno insegnato che, per una regione come la Liguria, previsioni meteo tempestive e accurate e un fermo immediato alla circolazione dei Tir sono fondamentali per evitare pesanti disagi”.