Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Allerta neve, 20 spargisale pronti a intervenire: attivato il piano d’emergenza del Comune

Il piano è lo stesso del 28 dicembre e anche questa volta la salatura delle strade non sarà possibile in caso di pioggi

Genova. Venti mezzi spargisale di Amiu pronti a intervenire in caso di necessità, 50 volontari di protezione civile attivati per il monitoraggio, catene pronte per essere montate, alla bisogna, nelle rimesse Amt. Sono alcune delle misure messe in atto dal piano comunale di emergenza neve da parte del Comune di Genova e delle aziende partecipate in vista dell’allerta nivologico prevista per la giornata del 1 gennaio.

Il piano è lo stesso che era stato annunciato anche per la scorsa tornata di maltempo ma che è divenuto oggetto di critiche da parte di opposizione e molti cittadini per la mancata salatura preventiva delle strade. Anche questa volta se prima della neve dovesse esserci la pioggia, purtroppo, la salatura non sarà possibile. L’auspicio è che comunque i disagi, se inevitabili, vengano risolti nel minore tempo possibile.

Il Coc (Centro Operativo Comunale) si è riunito nel pomeriggio di oggi. “Per la gestione del rischio meteo nivologico, sono state adottate le seguenti misure – si legge in un comunicato dal Matitone
– Amiu è stata allertata per predisporre il passaggio di mezzi spargisale lungo la viabilità principale e nelle zone collinari, in base all’evolversi delle condizioni meteo e alla necessità. Sono in tutto 20 i mezzi spargisale pronti ad intervenire. Amiu opera in modo preventivo assicurando percorsi secondo una diversa scala di priorità privilegiando gli assi di collegamento di livello 1 e di livello 2. In fase di precipitazione nevosa gli speciali mezzi che assicurano lo sgombero delle strade della città operano in stretto contatto con Amt”.

Amt ha attivato le misure preventive stabilite dalla procedura di Allerta Neve, che prevede il monitoraggio della circolazione dei mezzi e la dotazione di catene se l’evoluzione delle condizioni meteo lo richiedesse. Il servizio potrebbe subire rallentamenti o limitazioni soprattutto sulle zone collinari”, prosegue il piano.

“I municipi e i volontari di protezione civile sono stati allertati per interventi di “salatura” sui percorsi pedonali di competenza e negli spazi prospicienti edifici pubblici di competenza municipale e/o aperti al pubblico e relativi percorsi di accesso. Sono 50 i volontari che effettueranno monitoraggio sul territorio”, si legge ancora.

La polizia locale ha rafforzato il servizio di pronto impiego su eventuali situazioni critiche collegate con l’allerta, Aster ha attivato il proprio piano interno di emergenza e sono state contattate le associazioni del territorio che collaborano con il Comune per il piano di accoglienza delle persone senza fissa dimora.

Durante il periodo di allerta i cittadini sono tenuti ad adottare, in tutta la città, i comportamenti di autoprotezione in caso di allerta neve: rimuovere neve e ghiaccio davanti al proprio portone, passo carraio, o esercizio commerciale ma non spostarla sulla strada: potrebbe costituire intralcio; rimuovere ghiaccioli e accumuli di neve da balconi, grondaie o altre sporgenze; spargere un adeguato quantitativo di sale sulle aree sgomberate, se sono previste condizioni di gelo; prestare particolare attenzione ai lastroni di neve che, soprattutto nella fase di disgelo, si possono staccare dai tetti; spostarsi in auto solo se strettamente necessario e solo se dotati di pneumatici invernali o catene da neve, informandosi preventivamente sulle condizioni della viabilità. Se possibile usare i mezzi di trasporto pubblici; i ciclomotori a due ruote e i motocicli non possono circolare con fenomeni nevosi in atto o in presenza di neve e/o ghiacci;
non transitare sotto i cornicioni dei caseggiati, tetti, lampioni, alberi: potrebbero staccarsi blocchi di ghiaccio o neve. Ricordando che in questo 1 gennaio di “zona rossa”, per via del decreto Natale. gli spostamenti sono comunque limitati ai minimi termini.