Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Un cimitero per gli animali d’affezione, il consiglio comunale genovese dice sì

Approvata una mozione, anche se in realtà esistono già due leggi regionali che consentono la tumulazione dei "pet"

Genova. Il consiglio comunale genovese ha votato all’unanimità una mozione che impegna il sindaco e la giunta a individuare un’area da destinare alla creazione di un cimitero dedicato agli animali d’affezione. E’ successo durante la seduta di oggi. Il documento è stato presentato da Federico Bertorello (Lega), Franco De Benedictis e Alberto Campanella (Fdi).

Per arrivare alla nuova struttura, si legge nella mozione, sarà necessario anche promuovere un progetto di fattibilità da demandare agli uffici tecnici interni e con il coinvolgimento delle associazioni locali di volontariato che operano in difesa degli animali, e istituire servizi e infrastrutture funzionali, ad esempio un forno crematorio, la cui realizzazione e gestione sarà senza oneri per l’ente, magari tramite la concessione a privati.

La mozione ipotizza anche la creazione di tariffazioni variabili per fascia di reddito. Il neo assessore ai cimiteri Massimo Nicolò, presentando il parere favorevole, ha ricordato che dovrebbe trattarsi comunque di resti contenuti in urne cineriarie.

Sul tema, in realtà, da giugno 2020 esiste una legge regionale che prevede che i animali d’affezione possano essere tumulati insieme ai padroni nelle tombe o nei loculi al cimitero. Già dal 2015 poi un’altra legge specifica aveva istituito veri e propri cimiteri degli animali ma il provvedimento non ha mai trovato applicazione proprio per la difficoltà di trovare facilmente spazi idonei e le ristrettezze economiche dei Comuni.