Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Toti in pressing sul governo: “Ristoranti aperti anche a cena nelle feste di Natale”

L'esecutivo non vorrebbe derogare alla chiusura alle 18 ma il presidente spinge: "Hanno già sofferto tanto"

Più informazioni su

Genova. “Lunedì torneremo a incontrare il governo: ho già presentato le nostre proposte e ritengo che nei giorni delle prossime festività i ristoranti debbano poter rimanere aperti anche la sera, perché già hanno sofferto tanto”. Il presidente Giovanni Toti, appena tornata la Liguria in zona gialla, ha le idee chiare sulla linea da tenere durante le festività di Natale mentre il governo pensa piuttosto a restrizioni con l’obiettivo di scongiurare una terza ondata a fine gennaio.

“Certo – precisa il governatore – non saranno un Natale e un Capodanno con le feste in piazza, non ci saranno veglioni ma comunque i nostri commercianti, artigiani, produttori agroalimentari potranno arricchire le nostre case e le nostre tavole con i loro meravigliosi prodotti e le nostre città saranno belle e illuminate. Per questo abbiamo aiutato i sindaci liguri per allestire le loro città con le luci di Natale che possano ricordare la magia di questo periodo, che neanche il Covid deve rovinare fino in fondo”.

La deroga sulla chiusura alle 18 per Natale e Santo Stefano è uno dei punti su cui l’esecutivo sta discutendo in vista del prossimo Dpcm, insieme a un probabile rinforzo dei divieti sugli spostamenti tra regioni. Anche su questo punto Toti aveva auspicato più libertà in modo da favorire l’afflusso di turisti e proprietari di seconde case.

D’altra parte sul ritorno della Liguria in zona gialla, il presidente della Liguria riconosce che “non è un risultato acquisito. Se sottovaluteremo la situazione e ci comporteremo come fosse un ‘liberi tutti’, torneremo indietro e i primi a pagarne il prezzo sarebbero le nostre attività economiche. Se non staremo attenti, rischiamo di trascorrere un Natale in zona arancione e saranno guai seri. Se invece ci impegniamo tutti insieme potremo fare comunque un ottimo Natale. Per questo invito tutti a mantenere il contegno e il rigore di queste settimane”.