Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Serie A1: la Pro Recco vince sul Quinto con 13 reti di scarto

Derby senza storia nella vasca di Sori

Sori. Inizia con tre punti il campionato della Pro Recco: nella gara d’apertura del girone A, i biancocelesti superano il Quinto per 4-17 nella piscina di Sori.

Di-Fulvio-Quinto

Senza Echenique, guarito dal Covid-19 ma indietro di condizione, e Aicardi, in recupero dopo l’operazione alla spalla, mister Hernandez schiera nei tredici i giovani Rossi e Mangiante.

A segnare la prima rete del match è uno dei volti nuovi, Nicholas Presciutti, in gol con un tocco sotto porta dopo due minuti di gioco. La doppietta di Panerai, in superiorità, riprende due volte i biancocelesti, che però tornano in vantaggio a 25 secondi dalla sirena: il tiro di Younger, sporcato dal muro difensivo del Quinto, non dà scampo a Pellegrini.

Il pressing a tutto campo dei biancocelesti anestetizza le azioni offensive dei padroni di casa che nel secondo quarto non impensieriscono quasi mai Bijac e subiscono un parziale di 0-4: è Figlioli il protagonista delle prime due reti, prima con l’assist a Di Fulvio sulla linea dei due metri, poi con un bolide che Pellegrini può solo guardare. Il mancino di Mandic e il tiro di Luongo a baciare il palo corto portano il risultato sul 2-7 al cambio campo.

Il terzo tempo si apre con il gol di Brambilla, poi è solo Pro Recco che scappa sul 3-12 con la doppietta di Di Fulvio (alzo e tiro e controfuga), il dribbling di Mandic concluso da una palombella e i tocchi ravvicinati di Younger e Presciutti che mettono il sigillo sul match.

Negli ultimi otto minuti Hernandez schiera Negri a difesa della porta, la Pro Recco non si ferma e inchioda il risultato sul 4-17 con Mandic e Di Fulvio, migliori marcatori di giornata, che calano il loro poker personale.

“Avevo chiesto ai ragazzi il massimo impegno e sono soddisfatto di quello che ho visto in vasca sotto questo punto di vista – commenta Gabriele Luccianti, tecnico del Quinto -. Ne venivamo da una lunga sosta, da allenamenti giocoforza fuori dagli schemi ma, per quanto chiusa nel risultato, avevo predicato la massima concentrazione anche perché era un test importante in vista del match con il Salerno. Oggi abbiamo rotto il ghiaccio, ma ci aspettano due autentiche finali contro la formazione campana, un po’ come era successo nella finale playoff per salire in Serie A1″.

Tre stagioni fa infatti fu proprio la vittoria nella finale con i salernitani a decretare il ritorno dei genovesi nella massima serie. Dopo un campionato chiuso con sole vittorie, anche nella semifinale con il Civitavecchia, i biancorossi persero (ai rigori) la gara di andata ad Albaro, vinsero (ancora ai rigori) a Salerno e infine la bella davanti al pubblico delle grandi occasioni. Ora è un altro capitolo.

Il tabellino:
Iren Genova Quinto – Pro Recco 4-17
(Parziali: 2-3 0-4 1-5 1-5)
Iren Genova Quinto: Pellegrini, Panerai 3, Navone, Ferrero, F. Brambilla 1, Gambacciani, Gavazzi, Nora, Inaba, Bittarello, M. Gitto, Dellacasa, Pellerano. All. Luccianti.
Pro Recco: Bijac, Di Fulvio 5, Mandic 4, Figlioli 1, Younger 2, Velotto, N. Presciutti 1, Mangiante, Ivovic 1, Figari 1, Rossi, Luongo 2, Negri. All. Hernandez.
Arbitri: Ferrari e Brasiliano.
Note. Superiorità numeriche: Quinto 2 su 3, Pro Recco 3 su 6 più 1 rigore realizzato. Nessuno uscito per limite di falli.