"evasione"

Positivo al coronavirus scappa dall’ospedale Galliera: “Sto bene, ero stanco di stare là dentro”

Protagonista un marocchino di 53 anni, ritrovato in Darsena e riportato subito in ospedale

ambulanze in attesa al galliera

Genova. Sono le 7.30 di domenica quando dall’ospedale Galliera di Genova arriva una segnalazione alla centrale del 112: un uomo di 53 anni, di nazionalità marocchina, è riuscito a scappare nonostante fosse ancora ricoverato perché positivo al coronavirus. L’allarme è scattato questa mattina e sulle tracce del fuggitivo si sono messe subito le volanti della polizia.

In meno di tre ore il malato “evaso” è stato rintracciato in belvedere Pertusio, la passeggiata che costeggia la Darsena. L’uomo ha riferito di essere scappato perché stava bene, non aveva più sintomi ed era stanco di rimanere chiuso in ospedale.

Una giustificazione che non gli ha evitato la denuncia per violazione della quarantena ai sensi del testo unico delle leggi sanitarie, reato punito con l’arresto fino a sei mesi e con un’ammenda fino a 400 euro.

Il marocchino non ha opposto resistenza agli agenti, che prendendo tutte le precauzioni per non contagiarsi hanno subito chiamato un’ambulanza per riportare l’uomo in ospedale. Al momento del ritrovamento era da solo e, da quanto accertato, non avrebbe avuto altri contatti da quando è fuggito dal Galliera.

Più informazioni
leggi anche
Generica
Bollettino
Coronavirus, in Liguria 822 nuovi positivi ma crescono i ricoveri in terapia intensiva
ambulanze in attesa al galliera
No vabbè
Positivo al Coronavirus, esce dall’ospedale e fugge: al Galliera secondo caso in due giorni