Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Polveri e timori attorno al cantiere del ponte, la struttura commissariale risponde ai comitati foto

Inoltre per i lavori di finitura della parte di impalcato sopra il torrente, via 30 Giugno sarà chiusa da sabato alle 9 fino a cessate esigenze

Genova. Ieri i cittadini del comitato abitanti ai confini della zona rossa avevano espresso “preoccupazione e sconcerto” per “via Fillak nuovamente invasa da polveroni causati dai camion in uscita dal cantiere del nuovo ponte Genova San Giorgio, probabilmente senza il lavaggio delle ruote”.

Il comitato metteva sotto accusa anche i lavori sul ballast del parco ferroviario, effettuati a loro dire senza bagnare le aree di lavoro, e dopo aver tolto il tessuto di protezione senza curarsi della polvere che si solleva a causa del vento. “Ricordiamo che in quel terreno è stata rinvenuta la presenza di amianto. Riteniamo che tale situazione sia altamente pericolosa per la salute delle persone che abitano nelle zone adiacenti e quindi chiediamo l’intervento immediato di tutti i soggetti responsabili”.

Oggi la struttura commissariale ha pubblicato alcune spiegazioni e precisazioni per quanto avvenuto, smentendo in gran parte le impressioni raccolte dal comitato.

“Le ruote dei camion in uscita dal cantiere vengono regolarmente lavate, prima di arrivare in via Fillak. Le bagnature sulle piste del cantiere sono state implementate con più passaggi al giorno, per prevenire l’alzarsi di polveri durante la movimentazione dei mezzi”, si legge nella nota.

“I fenomeni polverosi avvertiti e segnalati in via Fillak ieri mattina sarebbero da imputare all’ idropulitura della pila 13, operazione propedeutica alla verniciatura che avverrà nei prossimi giorni, che ha immesso nell’aria acqua nebulizzata”, prosegue la struttura.

“Nell’area del parco ferroviario del Campasso si sta oggi lavorando in vista della dismissione del cantiere di ricostruzione e la riconsegna dell’area stessa a RFI – si legge ancora – le lavorazioni in questione riguardano la movimentazione dello strato superficiale di “stabilizzato”, che è composto da materiale inerte da cava. Si ricorda che per tutte le operazioni in cantiere vengono messe in atto le azioni di mitigazione ritenute idonee e concordate con gli enti di controllo”.

Si ricorda infine che per procedere con i lavori di finitura e verniciatura della parte di impalcato sopra il torrente Polcevera via 30 Giugno sarà chiusa da sabato 21 novembre dalle 9 fino a cessate esigenze (presumibilmente fino alle 18 di domenica 22 novembre).