Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Ospedale alla Fiera, critica Linea Condivisa: “Il problema è che mancano gli infermieri”

"Attendiamo fiduciosi che ci comunichino i costi di questa operazione, perché si parla di soldi pubblici"

Genova. Dopo l’annuncio del presidente di regione Liguria Giovanni Toti dell’intenzione di allestire un ospedale di emergenza all’interno della Fiera di Genova, arrivano le prime reazioni politiche: “Il problema a monte sono il numero degli infermieri”.

A dirlo in consigliere di Linea Condivisa Gianni Pastorino: “Mentre attendiamo fiduciosi che ci comunichino i costi di questa operazione, perché si parla di soldi pubblici, vorremmo sottolineare IL problema a monte: mancano gli operatori sanitari, soprattutto gli infermieri. – afferma il capogruppo di Linea Condivisa in Consiglio Regionale – Si possono anche trovare nuovi spazi idonei, ma il problema vero è che il personale attualmente disponibile è allo stremo, e non basta. Le assunzioni e i bandi dovevano essere fatti prima e non pensati adesso”.

“Ci permettiamo inoltre di avere qualche perplessità sulla scelta dei luoghi – conclude il Consigliere Pastorino – sapendo che ne esistono sicuramente già altri più adatti, quali ad esempio il reparto C dell’ospedale Galliera, attualmente inutilizzato e di cui da tempo si chiede la riapertura proprio per un utilizzo covid. Bisognerebbe, prima di avventurarsi in operazioni dispendiose e forse poco utili, fare un urgente e rigorosa ricognizione degli spazi già esistenti.”.