Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Multedo, miasmi dallo stabilimento Superba: sequestro di una cisterna e quattro indagati

I carabinieri del Noe hanno fatto scattare gli avvisi questa mattina, da mesi i cittadini denunciavano che l'aria era irrespirabile

Genova. Una cisterna destinata allo stoccaggio idrocarburi sequestrata e quattro persone indagate con l’accusa di inquinamento ambientale e gestione illecita di rifiuti. E’ il bilancio dell’operazione condotta questa mattina, dopo settimane di indagini, dai carabinieri del Noe di Genova.

Siamo a Multedo, nel ponente cittadino, e la società è la Superba srl. Da tempo i cittadini della zona denunciavano, anche con esposti, la presenza di miasmi insopportabili. E’ proprio a partire da uno di quegli esposti che sono scattate le indagini.

Le indagini. I carabinieri del nucleo operativo ambientale di Genova, con la collaborazione di operatori Arpal e del consulente tecnico della Procura della Repubblica di Genova, hanno effettuato un’accurata ispezione all’interno di uno stabilimento di prodotti chimici e petrolchimici di Genova in zona Multedo.

Nel corso dell’attività è stata posta sotto sequestro una cisterna presente nel perimetro aziendale e contenente rifiuti liquidi ed acquisita copiosa documentazione tuttora al vaglio degli inquirenti.

Nel corso del 2020, infatti, attraverso il tempestivo intervento degli organi competenti attivati dai cittadini, era stato accertato che la società sversava costantemente in conduttura comunale, poi confluente in mare, acque contaminate da solventi organici aromatici provenienti dallo stesso sito industriale in concentrazione superiore a quella autorizzata.

L’area su cui insiste il deposito è oggetto di bonifica con messa in sicurezza operativa ormai decennale e vista la complessiva attività gestionale, sono state contestate anche violazioni sulla stessa attività di bonifica.