Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Med Seawork a Genova, cresce l’interesse delle imprese anche se sarà edizione virtuale

La seconda edizione della manifestazione B2B dedicata ai mestieri del mare si svolge regolarmente dal 10 al 12 novembre

Genova. La prima edizione di Med Seawork si è chiusa a giugno 2019 ai Magazzini del Cotone dando un appuntamento al 2020, che è stato puntualmente rispettato.

La seconda edizione della manifestazione B2B dedicata ai mestieri del mare si svolge regolarmente dal 10 al 12 novembre, in piena emergenza Covid-19. Da tempo gli organizzatori (Promos Italia, struttura per l’internazionalizzazione del sistema nazionale delle Camere di Commercio e Camera di Commercio di Genova) avevano deciso di puntare tutto sul digitale e affidarsi alla piattaforma In Buyer: una vetrina virtuale che valorizza i prodotti nazionali in cui le imprese italiane interessate alla vendita e i “buyer” esteri possono incontrarsi, conoscersi e decidere di fissare un appuntamento per il meeting virtuale.

“La nostra preoccupazione – osserva Massimo Giacchetta, vice presidente della Camera di Commercio e consigliere di Promos Italia – era che questa seconda edizione potesse riscuotere meno interesse della prima a causa dell’emergenza e della difficoltà di far viaggiare merci e persone. Invece, rispetto alla prima edizione, abbiamo avuto un aumento delle imprese italiane interessate, che sono passate da 39 a 50, e la conferma dell’interesse buyer stranieri. Il che significa che avevamo visto giusto quando abbiamo portato a Genova, per la prima volta, una manifestazione professionale dedicata ai mestieri del mare a livello mediterraneo”.

Il focus di questa edizione di Med Seawork sono le forniture navali. I 50 “seller”, cioè le imprese italiane che hanno forniture da proporre all’estero, vengono per metà dalla Liguria e per metà dalla Lombardia e dai territori di Udine e Ravenna. I 15 “buyer”, invece, vengono da Germania, Emirati Arabi Uniti, Turchia, Marocco e Tunisia.

I B2B virtuali funzionano grazie alla regia e all’assistenza del personale di Promos Italia, che fissa il calendario degli incontri, lo trasmette a buyer e seller il giorno prima della manifestazione e quando scatta l’ora accompagna da remoto le imprese nella stanza virtuale dove si svolgerà l’incontro, che avverrà nella totale riservatezza garantita dalla piattaforma.

“Rispetto all’edizione precedente – chiude Giacchetta – manca il calore delle persone e la splendida vista mare dei Magazzini del Cotone, ma ci auguriamo che sia presto possibile ritornare a organizzare i B2B, almeno in parte, in presenza. A fine manifestazione vedremo se i risultati degli incontri on line saranno buoni come quelli degli incontri in presenza della prima edizione”.