Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Mascherine e assembramenti: pugno duro delle forze dell’ordine, 200 multe in un solo giorno

Cento sanzioni in più rispetto al giorno precedente. E la consigliera leghista Franesca Corso dice: "Io non ci sto, mi dissocio da questo atteggiamento"

Genova. Ieri sera il sindaco Bucci, durante il punto stampa Covid aveva parlato di 73 multe comminate dalla polizia locale durante la giornata di giovedì, una cifra che aveva giudicato con una certa amarezza perché più alta rispetto ai giorni precedenti. Chissà cosa penserà, allora, delle 173 sanzioni per il mancato rispetto della normativa per la prevenzione della diffusione del Covid elevate ieri dalla polizia locale.

In 169 casi si è trattato di multe fatte a persone, in 4 ad attività economiche. Sanzionati alcuni proprietari di cani in un giardino in centro città, multe anche in un circolo e in un locale dove si consumava nonostante il divieto, rispettivamente ad Albaro e nel centro storico.

Considerando anche quelle delle volanti della polizia di Stato le sanzioni ieri a Genova per il mancato rispetto delle normative anti Covid sono state in totale 200.

Intanto fa “rumore” la reazione della consigliera comunale della Lega Francesca Corso (lo stesso partito dell’assessore comunale alla polizia locale, Giorgio Viale). Sul suo profilo il commento alla multa da 400 euro (280 se la pagherà subito) ricevuta da un amico per aver bevuto per strada un caffè da asporto.

“Sappiate che no, non mi sento complice o mandante di chi ha “scritto” questo verbale – scrive – Mi dissocio da questo atteggiamento: se volete lo Stato di Polizia, iniziate a metterlo in atto contro chi con la Legge ci si pulisce.. il naso per cose ben più gravi”.