Il caso

Ladri in birreria alle 22e30, locale del centro storico due volte vittima del “coprifuoco”

Un vetro spaccato in un orario in cui, in tempi normali, l'esercizio sarebbe stato aperto a presidio della zona: succede alla Maddalena

Generica

Genova. “Profonda amarezza”, è quella espressa dai gestori della birreria Jalapeño, uno dei due locali fratelli in via della Maddalena, nel centro storico, dopo che nella serata di ieri – non in piena notte ma prima delle 23 – ignoti hanno spaccato il vetro di una finestra e si sono introdotti nel locale.

Ad avvertire i titolari alcuni residenti – non è la prima volta che i gestori di Jalapeño sono oggetto di fenomeni di microminalità, dalle saracinesche bloccate ai furti – che hanno permesso di allertare subito la polizia.

Ma a parte il danno, dicono i titolari del negozio, presenti alla Maddalena da sette anni, “la beffa” di subire un gesto simile a causa della chiusura forzata. “Da quando ho aperto ho voluto presidiare la via, perché considero che sia importante, e penso che i bar siano un presidio per la via”, scrive in un post su Facebook che in queste ore è stato condiviso da molte persone.

Ma ormai da alcune settimane il locale è costretto alla chiusura dalle 18 e il lavoro è possibile solo attraverso la consegna a domicilio di birre e bevande. Ma con la strada deserta, per via delle ordinanze di limitazione alla mobilità, i ladri hanno avuto campo libero. Più del solito.