Aveva 94 anni

La Genova antifascista dice addio al partigiano Remo

Dal 25 aprile al 30 giugno non mancava mai un appuntamento in piazza per difendere i valori per cui aveva combattuto

Generica

Genova. E’ morto ieri a 94 anni il partigiano Remo. Ne dà notizia l’Anpi di Cornigliano che “si associa al dolore della famiglia per la perdita del caro Partigiano Remo, molto amato e conosciuto anche dai giovani di altri quartieri in occasione dei cortei del 25 Aprile”.

“Remo nessuno potrà dimenticare i tuoi racconti della Resistenza, da te vissuti in prima persona – scrive l’Anpi – il tuo dinamismo, la tua bella voce e lo sguardo vivace pieno di passione nonché l’incessante impegno politico”.

Il partigiano Remo era salito sulle montagne dell’appennino ligure alle spalle di Chiavari a soli 18 anni. Era tra i pochi testimoni rimasti a raccontare la Resistenza in prima persona. Amava raccontare il suo passato ma anche condividere quei valori con i più giovani.

Ed era una presenza che non mancava mai, non solo nelle commemorazioni del 25 aprile, ma anche nelle manifestazioni del 30 giugno e nelle proteste che in questi anni Genova antifascista ha organizzato contro le aperture delle sedi di movimenti neofascisti in città.

In tanti sui social stanno dando a Remo l’ultimo saluto. Con lui è scomparso, sempre nella giornata di ieri il partigiano Gamela.

Più informazioni