Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Il Torino vince il recupero 1-2, Genoa in gol dopo il novantesimo risultati fotogallery

Giampaolo, in bilico sulla panchina granata, si conferma bestia nera per il Genoa

Genova. Il Genoa paga lo sforzo del derby e viene sconfitto dal Torino per 1-2 nel recupero della terza giornata, saltata a causa dell’epidemia di Covid tra i rossoblù. Marco Giampaolo, in bilico sulla panchina granata per gli scarsi risultati delle prime giornate, si conferma bestia nera per il Grifone. Il Torino ha fatto prevalere una condizione atletica in crescita, un centrocampo più solido, mentre il Genoa non è sembrato lucido, regalando soprattutto il primo gol a Lukic, il migliore dei suoi, ed esponendosi in modo eccessivo alle folate avversarie, la cui pressione ha indotto Pellegrini all’autorete. Nonostante la generosità di Scamacca, autore del gol allo scadere del recupero, sempre pronto a fare riferimento per i compagni, questa volta è mancato il supporto dei due trequartisti alle sue spalle.

Primo tempo. Maran ripropone lo stesso schieramento tattico del derby: il 4-3-2-1. Al posto di Pandev c’è Pjaca dal primo minuto, mentre Ghiglione e Pellegrini sono gli esterni di difesa al posto di Biraschi e Criscito. Nel Torino Belotti titolare dal primo minuto.

Squadre che sono costrette a lasciare la fase di studio dopo 10 minuti, quando il Torino passa in vantaggio: un errore in fase di costruzione del Genoa consente a Murru di lanciare in profondità per Lukic, Goldaniga sbaglia l’appoggio di testa per Perin e Lukic ne approfitta: destro sul primo palo che non lascia scampo a Perin.

Il Genoa, come era accaduto in occasione del derby, non si scompone e crea subito un’occasione interessante: al 15′ Rovella appoggia sulla sinistra per Pellegrini, cross che attraversa tutta l’area piccola, arriva Scamacca in scivolata da posizione defilata in scivolata, ma Murru chiude la porta respingendo il pallone destinato ad arrivare in porta.

Valeri viene richiamato dal var per un contatto sospetto in area tra Bremer e Lerager, dopo un lungo consulto va a vedere l’azione e non assegna il calcio di rigore (18′). Il Genoa fa molta fatica, soffre a centrocampo, Murru fa ciò che vuole negli spazi occupati da Lerager e Ghiglione e i lanci in profondità. Proprio uno di questi (Belotti dalla destra) fa compiere un patatrac a Pellegrini: l’esterno rossoblù insacca la palla nella propria porta per anticipare Lukic, che lo stava pressando. È lo 0-2.

La manovra dei rossoblù non è fluida, la squadra è un po’ lunga, tanti gli errori, anche la condizione fisica non è buona. Le azioni pericolose diventano quindi più sporadiche: Pjaca riesce a servire Rovella, che in mezza rovesciata indirizza verso la porta. Singo respinge in modo decisivo (33′).

Giampaolo è parecchio agitato in panchina e viene ammonito da Valeri.

Secondo tempo. Si riprende con Pandev e Bani al posto di un evanescente Zajc e un Goldaniga in giornata no. Giampaolo cambia tre uomini al 53′: fuori Gojak, dentro Meite, esce Murru per Rodriguez e Verdi viene rilevato da Bonazzoli. Il Genoa non è comunque più incisivo: i giocatori non riescono a seguire l’azione a dovere. Il Toro chiude gli spazi centrali e il Genoa non riesce comunque a districarsi dall’imbuto. Le lacune difensive del Genoa vengono evidenziate dall’azione in velocità degli ospiti al 62′: Meitè per Lukic che vede Belotti, tiro di prima intenzione potente ma di poco alto.

La stanchezza aumenta e i giocatori del Genoa subiscono anche in ripartenza, saltati come birilli: Linetty innesca Bonazzoli che tenta il tiro, ma la palla sorvola la traversa.

Nel finale Maran prova anche a inserire Destro per sfruttare un calcio piazzato in fase offensiva, ma il Torino sbroglia la situazione (88′). Il risultato sembra scritto, invece in pieno recupero Scamacca accorcia le distanze con un tiro sul primo palo su assist di Pandev. La squadra si getta in avanti nell’ultima occasione a disposizione su calcio piazzato, con Perin che va a saltare, ma finisce così. Al Ferraris domenica alle 15 arriverà la Roma.

Genoa-Torino 1-2

Reti: Lukic 10′; 26′ aut. Pellegrini; 94′ Scamacca

Genoa: Perin, Ghiglione, Goldaniga (46′ Bani), Zapata, Pellegrini (67′ Criscito), Lerager, Badelj, Rovella (88′ Destro), Zajc (46′ Pandev), Pjaca (67′ Parigini), Scamacca.

A disposizione: Marchetti, Paleari, Behrami, Biraschi, Radovanovic, Melegoni, Masiello.

Allenatore: Maran

Torino: Sirigu, Singo (74′ Vojvoda), Bremer, Lyanco, Murru (53′ Rodriguez), Gojak (53′ Meitè), Rincon, Linetty (88′ Ansaldi), Lukic, Verdi (53′ Bonazzoli), Belotti.

A disposizione: Rosati, Milinkovic Savic, Segre, Edera, Nkoulou, Vianni, Buongiorno.

Allenatore: Giampaolo

Arbitro: Valeri di Roma 2

Ammoniti: Badelj, Rovella (G); Gojak, Rincon, Meitè, Singo, Lukic (T)