Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

I taxi invadono De Ferrari: “Sostegno per la crisi legata al Covid e difesa da multinazionali e abusivi”

"Avevamo avuto una diminuzione del 90% durante il lockdown e adesso siamo comunque su un 30% del lavoro ordinario"

Più informazioni su

Genova. Presidio “bianco” questa mattina in piazza De Ferrari dove è in scena la manifestazione da parte dei tassisti della Cooperativa Radio Taxi Genova 0105966 che ha aderito allo sciopero nazionale proclamato dalle organizzazioni di categoria.

Servizi9 fermo, quindi, fino alle alle 21, anche se resta garantito il trasporto “sociale” per anziani, portatori di handicap e malati. I tassisti chiedono un sostegno economico strutturale e l’inserimento nelle misure previste dalla prossima Legge di Bilancio, regole certe per contrastare l’abusivismo, difesa di un servizio pubblico essenziale contro le multinazionali.

“In questo lungo momento di emergenza sanitaria le aziende vanno avanti – spiega il presidente Valter Centanaro – ma la crisi anche per noi è fortissima. Le nostre auto non si sono fermate nemmeno durante la pandemia ma i ricavi sono calati in maniera impressionante. Avevamo avuto una diminuzione del 90% durante il lockdown e adesso siamo comunque su un 30% del lavoro ordinario. Siamo, però, stati lasciati soli dal Governo centrale, a cui chiediamo risposte e sostegno, attraverso ristori economici ma anche con forme di incentivazione all’uso dei taxi, che mai come oggi svolgono un vero e proprio servizio di pubblica utilità”.