Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Coronavirus, on line petizione dei medici contro il virologo Matteo Bassetti

La raccolta firme contro la nomina del direttore di Malattie infettive del San Martino a coordinatore Agenas per la gestione dei pazienti. Lui risponde citando Socrate

Più informazioni su

Genova. Nei giorni scorsi durante uno dei punti stampa in Regione il direttore della clinica di Malattie Infettive del San Martino, Matteo Bassetti, aveva annunciato con orgoglio di essere stato nominato da Agenas, l’agenzia nazionale per i servizi sanitari, coordinatore nazionale nella gestione dei pazienti Covid.

Quella notizia ha scatenato parecchie reazioni tra cui una raccolta firme. la petizione, lanciata da un gruppo di medici e indirizzata al ministro della Salute, è stata pubblicata su Change.org.

“Chiediamo di essere rappresentati da Colleghi più prudenti nel gestire questa emergenza sanitaria, al fine di tutelare la salute dei nostri cittadini e per consentire una maggiore qualità delle nostre cure con massima sicurezza degli operatori sanitari”, si legge nella petizione che in poche ore ha già raggiunto 2000 firme (non solo da parte di medici).

“Le dichiarazioni del professore, rese pubbliche sin dall’inizio della pandemia, si sono dimostrate fuorvianti – si legge ancora sulla piattaforma – di fronte alla emergenza sanitaria più significativa dell’ultimo secolo, causata da una malattia grave ed ancora poco conosciuta, l’atteggiamento più corretto non poteva e non doveva essere quello delle affermazioni perentorie e delle previsioni incaute. L’atteggiamento poco prudente e dichiarazioni largamente diffuse dai mezzi di comunicazione, hanno provocato confusione nella popolazione e favorito errori di comportamento. Non solo tra i cittadini. Gli stessi amministratori pubblici liguri, che hanno potuto avvalersi di una consulenza così poco orientata alla prudenza hanno valutato e preparato programmi dimostratisi ampiamente insufficienti per affrontare la seconda ondata”.

Bassetti, dal canto suo, questa mattina sembra aver risposto indirettamente via social citando Socrate e una sua frase sul concetto di invidia. “In un mondo di invidiosi dove i miei colleghi primeggiano, penso a Socrate – scrive in un post su Facebook – già 2000 anni fa il mondo era pieno di invidiosi livorosi. Oggi molti di più. Contenti loro. Io continuo a fare quello che mi riesce meglio: il medico di tutti”. Nei giorni scorsi, in più intervista, l’amarezza per il trattamento “mediatico” ricevuto a Genova e l’ipotesi di cambiare città una volta terminata l’emergenza Covid.