Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Coronavirus, nel padiglione C del Galliera 25 posti letto pronti entro i prossimi 10 giorni

Saranno destinati a pazienti con necessità di media o bassa intensità di cura. Presto inizieranno i lavori anche al sesto piano

Genova. Sono praticamente conclusi i lavori di allestimento, coordinati dalla Protezione civile regionale, di un reparto dedicato ai pazienti di bassa intensità positivi al Covid al quinto piano del padiglione C dell’ospedale Galliera di Genova. Saranno 25 i posti letto a disposizione, e sarà pronto per essere consegnato al personale sanitario entro la fine della prossima settimana.

Generica

“Un piano del padiglione C è già praticamente concluso grazie al grande lavoro della protezione civile, dell’ospedale, dei loro tecnici e medici e di tutti coloro che hanno lavorato per renderlo operativo”, commenta il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti, che questo pomeriggio ha effettuato un sopralluogo nel nosocomio genovese insieme con l’assessore alla Protezione civile Giampedrone e i vertici dell’ospedale.

“Si tratta di 25 posti che contribuiscono al gigantesco piano messo in campo per ospitare i pazienti Covid – aggiunge Toti – i lavori al sesto piano cominceranno nei prossimi giorni, e nel complesso saranno disponibili un totale di circa 50 posti letto che resteranno fissi in attesa di conoscere quale sarà l’andamento dell’epidemia: anche se in futuro dovesse ripresentarsi, al di là del calo di queste ore, questi letti saranno a disposizione per una risposta immediata e che impatti il meno possibile sulle altre specialità mediche”.

“Questa mattina i nostri volontari hanno scaricato tutto il necessario al Galliera – spiega l’assessore alla Protezione civile Giacomo Giampedrone – Da oggi si inizia a montare il reparto. Stiamo collaborando con la struttura tecnica del Galliera: forniamo tutto ciò che serve per arredare le stanze, i letti, il mobilio, materiale nuovo che arriva dalla colonna mobile della protezione civile regionale, lo stesso con cui abbiamo attrezzato l’ex ospedale militare Falcomatà della Spezia. Le attrezzature tecniche e mediche verranno fornite invece direttamente dal Galliera. Coordiniamo il tavolo di lavoro che porta ad aprire il questo piano, poi la gestione verrà affidata totalmente al comparto sanitario”.

“Oggi abbiamo effettuato questo sopralluogo al padiglione C dell’Ospedale Galliera – aggiunge il Direttore generale del Galliera Adriano Lagostena – che è in fase di riattivazione è sarà dedicato ai pazienti a bassa e bassissima assistenza, cioè persone che, dimesse in questo caso dal Galliera, hanno ancora bisogno di assistenza, non più per acuti ma continuativa”.