Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Coronavirus, il vaccino Pfizer arriverà direttamente dal Belgio: la Liguria prenota 57mila dosi

Incontro tra la Regione e i vertici italiani dell'azienda, le prime dosi in arrivo a fine gennaio

Genova. Sono circa 57mila le dosi di vaccino anti Covid che la Regione Liguria ha prenotato dall’azienda americana Pfizer, la prima a mettere a disposizione il farmaco una volta che arriveranno tutte le autorizzazioni necessarie a livello europeo.

A spiegarlo è stato il presidente Giovanni Toti in conferenza stampa dopo aver incontrato nel pomeriggio i vertici italiani della Pfizer, i responsabili di Alisa e i vertici dell’ospedale San Martino che dovranno coordinare il piano di distribuzione a partire dalla fine di gennaio.

“Le prime dosi arriveranno direttamente dallo stabilimento belga di Pfizer dove verrà prodotto il vaccino per tutta Europa – ha spiegato Toti – e saranno collocate all’interno di contenitori che possono durare fino a 25 giorni purché riforniti di ghiaccio secco ogni 5 giorni. Circa 27mila saranno destinate al personale sanitario, oltre 20mila a personale e ospiti delle Rsa, il resto ad altre persone con fragilità serie che abbiamo individuato”.

Da quanto è emerso finora non sono previsti grandi centri di stoccaggio a livello regionale e quindi non serviranno magazzini frigoriferi di notevoli dimensioni. È però possibile che gli ospedali più importanti (a Genova il policlinico San Martino) funzionino da hub di distribuzione per le Rsa dove “andrà il sistema sanitario regionale a somministrare il vaccino, salvo le più grandi che hanno personale medico attrezzato per farlo”, ha aggiunto Toti.

All’interno dei maxi-contenitori ci saranno fiale più grandi contenenti cinque dosi di vaccino, poi ogni singola struttura potrà decidere se conservare le dosi nelle proprie celle a -70 gradi o se prendere direttamente la “scatola frigo” consumandola entro 25 giorni. Una volta scongelato il vaccino deve essere inoculato entro 6-8 ore.