Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Apre il primo “Covid hotel” in Liguria, arrivati otto pazienti da Galliera e San Martino

La Liguria anticipa le richieste del governo che ha auspicato l'apertura di almeno una struttura del genere in ogni regione. Disponibili 50 stanze e fino a 100 posti letto, anche per bambini e famiglie

Più informazioni su

Genova. Potrà ospitare fino 100, 150 persone, in alcuni casi nuclei familiari veri e propri, all’interno di 50 stanze (che comunque non saranno condivise da persone tra sconosciuti). Sarà operativo da oggi il primo, per ora, “Covid hotel” in Liguria. Sono otto le prime persone che ne usufruiranno provenienti da San Martino e Galliera, dopo il via libera della protezione civile che gestisce anche le operazioni logistiche.

Si tratta del Best Western di via Ponte Calvi, struttura ricettiva solitamente da tutto esaurito per la comodità con il centro e la vicinanza all’Acquario ma che, in questa fase di pandemia, si è riconvertita ad albergo per pazienti Covid a bassa intensità. Si tratta di persone che hanno bisogno di cure ma senza la necessità di un ambiente ospedaliero e che non possono riceverle a domicilio perché magari, lì, non avrebbero la possibilità di restare isolati in modo adeguato.

La dinamica e l’utilizzo saranno simili a quelli della famosa “nave ospedale” Gnv con la differenza che per la Regione, questa volta, la spesa sarà inferiore di un 40% circa. In base alla convenzione stipulata con la gestione dell’albergo saranno pagati 110 euro al giorno a paziente o a stanza, 60 se la stanza resterà vuota.

Il servizio prevede un “pacchetto” completo. Oltre alla stanza con letto e servizi i pazienti avranno pasti e assistenza medica e infermieristica inclusa. Il personale è stato completamente cambiato: non i dipendenti dell’hotel ma alcuni operatori sociosanitari di un’azienda privata specializzata hanno preso in carico la struttura: 1 medico e 37 assistenti.

Il primo piano del Best Western dispone di 25 posti letto che saranno dedicati a bambini covid positivi. Si tratta di bambini socialmente svantaggiati che non hanno famiglia e si trovavano in comunità o hanno famiglia con condizioni sociali particolarmente fragili.

Nei giorni scorsi il governo ha auspicato l’apertura di un covid hospital in ogni regione. “La Liguria ha giocato d’anticipo – ha detto il governatore Toti – da lunedì avremo, con altre strutture a disposizione, 270 posti letto per pazienti a bassa intensità”.

“Ieri sono stato sanificati tutti gli ambienti del Best Western e quindi la struttura è operativa e lunedì – ha detto l’assessore regionale alla Protezione civile Giacomo Giampedrone – partirà anche la struttura extraospedaliera della Spezia”