Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Ansaldo energia, presentata la nuova turbina GT36. Zampini: “Azienda c’è anche in momenti difficili”

Genova. “Ansaldo c’è. Nei momenti difficili Ansaldo è presente. Era presente dopo il crollo del ponte di Genova quando pochi giorni dopo portammo un grosso generatore per la Tunisia per dimostrare alla città che la produzione industriale continuava. Lo è oggi perché al di là del valore intrinseco della turbina è una dimostrazione che l’azienda ha lavorato anche in questi momenti difficili della pandemia”. Lo ha detto il presidente di Ansaldo Energia Giuseppe Zampini nell’evento per la consegna a Edison della nuova turbina a gas GT36, al top per tecnologia e potenza, che partirà ora per la nuova centrale del gruppo energetico a Porto Marghera.

Zampini ha ricordato le tappe della commessa: “Il 25 febbraio 2016 abbiamo chiuso il primo contratto Alstom, il 16 giugno del 2017 abbiamo inaugurato questo stabilimento (a Genova Cornigliano, ndr) con l’obiettivo proprio di realizzare queste turbine a gas. Il 5 di marzo abbiamo firmato l’ordine per Marghera e per Edison”, ha detto.

La turbina GT36 realizzata per Edison prenderà il largo per andare ad alimentare l’impianto a ciclo combinato di Porto Marghera, che potrà così raggiungere una potenza elettrica complessiva di 780 MW e un rendimento
energetico pari al 63%, il più alto reso disponibile oggi dalla tecnologia, con un abbattimento delle emissioni specifiche di CO2 del 40% rispetto alla media dell’attuale parco termoelettrico italiano e di quelle di ossidi di
azoto (NOX) di oltre il 70%. A regime, si tratterà dell’impianto termoelettrico più efficiente d’Europa.

Il progetto, includendo il processo di Ricerca e Sviluppo, si è sviluppato in sette anni, con un impegno di più di 3,7 milioni di ore lavorate. Soprannominata “Monte Bianco” in quanto top europeo per potenza, questa
turbina, nella versione 50Hz presentata oggi raggiunge i 538 MW (condizioni ISO) di potenza: questo significa che con la sua attività è in grado di supportare il consumo di energia elettrica di quasi 500.000 appartamenti.