Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Vaccinazione antinfluenzale gratuita: in val Polcevera previsti tre luoghi extra su prenotazione a Certosa, Rivarolo e Teglia

Per la prima volta i medici di medicina generale collaborano con le istituzioni e con il volontariato a un progetto di questo tipo

Genova. “Quest’anno fatti contagiare dalla prevenzione”. È questo il titolo della campagna antinfluenzale attiva da oggi, mercoledì 7 ottobre, in val Polcevera grazie alla collaborazione di Asl 3, Municipio V Valpolcevera e dei medici di medicina generale del territorio che aderiscono al progetto, con l’ausilio della Croce Rosa di Rivarolo, dell’Associazione Nazionale degli Alpini e dell’Associazione Nazionale dei Carabinieri di Rivarolo e con la disponibilità del Dopolavoro Ferroviario (Dlf) di Rivarolo e del Coro Monte Bianco per l’utilizzo degli spazi all’interno dell’Istituto Comprensivo di Certosa.

La campagna segue le modalità previste dalla Regione Liguria. Possono prenotare la vaccinazione solo coloro che rientrano nelle fasce di età e nelle categorie per cui è prevista la vaccinazione gratuita.

“La sinergia di Asl3 con il Municipio, gli Mmg e le associazioni, nell’ambito della medicina di condivisione – spiega il direttore generale Asl 3 Luigi Carlo Bottaro – ci consente di rendere i vaccini più fruibili alla popolazione, garantendo maggiore sicurezza negli spazi e distanziamento. Asl 3 ha collaborato fornendo dispositivi di protezione individuale agli operatori coinvolti. Questa iniziativa si aggiunge all’offerta vaccinale dell’Asl 3 aumentandone la capacità sul territorio genovese”.

“Una splendida iniziativa – racconta il presidente del Municipio V Valpolcevera Federico Romeo – la prima in profondità sul territorio come campagna vaccinale. Sono molto soddisfatto della collaborazione costante con Asl 3 e con i Medici di Medicina Generale, i quali durante l’emergenza e il lock-down hanno dimostrato una profonda collaborazione con la popolazione. Con la speranza di replicarla nei prossimi anni anche nelle altre aree della val Polcevera, colgo l’occasione per ringraziare tutti i membri coinvolti”.

La modalità di accesso è esclusivamente tramite prenotazione telefonica con il proprio medico curante. Al fine di garantire il rispetto delle norme anti-contagio, l’accesso alle sedi dedicate verrà regolato dai volontari dell’Associazione Nazionale degli Alpini e dall’Associazione Nazionale dei Carabinieri di Rivarolo. Sarà garantito il distanziamento sociale e il personale sarà dotato di mezzi di protezione individuale, forniti da Asl3.

“Per la prima volta i medici di medicina generale collaborano con le istituzioni e con il volontariato a un progetto di questo tipo – precisa Gianlorenzo Bruni in rappresentanza dei Medici di Medicina Generale che hanno aderito all’iniziativa – grazie a questa collaborazione si garantisce un servizio più efficiente e capillare sul territorio. In particolare ringrazio Luca Pestarino in quanto si è dedicato materialmente all’organizzazione della struttura collaborando con le istituzioni coinvolte”.

La campagna avrà luogo in tre location simboliche della Bassa Valpolcevera dalle 9 alle 13 nella fascia del mattino e dalle 14 alle 18 nel pomeriggio:

* Via Gaz – Istituto comprensivo di Certosa, Sede Coro Monte Bianco
* Via Roggerone Rivarolo – Dopolavoro Ferroviario (DFL)
* Via Carnia nei locali civici dei Giardini Villacasa – Eurospin Teglia