Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Terrore a Quezzi, auto travolge gruppo di giovani: due feriti gravissimi tra cui una ragazza incinta fotogallery

È successo nella notte in piazzetta Pedegoli: il responsabile è fuggito ma è stato identificato dalla polizia locale che lo sta cercando

Genova. Un’auto lanciata a tutta velocità ha travolto un gruppo di ragazzi in piazzetta Pedegoli, nel quartiere di Quezzi in bassa Valbisagno. È successo poco dopo le 23 nella notte tra sabato e domenica. Almeno sei i giovani feriti di cui due ragazze in condizioni molto gravi: una di loro è incinta e probabilmente perderà il bambino, un’altra rischia l‘amputazione della gamba. Il responsabile è fuggito ma è stato identificato e la polizia locale lo sta cercando.

Secondo quanto raccontato dai testimoni, una Bmw di grossa cilindrata stava salendo ad alta velocità quando, in corrispondenza della curva tra via Daneo e via Fontanarossa, ha proseguito dritta sfondando i pali di ferro a protezione della piazzetta dove stazionava, come di consueto, un gruppetto di ragazzi del quartiere. Nella folla corsa la macchina ha trascinato con sé un motorino e dopo lo schianto ha preso fuoco.

Decine di cittadini allarmati dallo schianto e dalle fiamme sono scesi in strada. Alcuni residenti hanno portato un estintore per spegnere l’incendio e hanno salvato i feriti dal rogo. “C’erano ragazzi che urlavano e chiedevano aiuto“, ha raccontato un testimone alla polizia locale. Diversi gli amici e i parenti sconvolti sul posto dopo l’accaduto.

Le due ragazze che hanno riportato le ferite più gravi, da quanto appreso, sono rimaste incastrate tra il motorino travolto e una panchina. Entrambe sono in condizioni molto serie all’ospedale San Martino e una di loro avrebbe 16 anni. Un altro ragazzo è stato portato in pronto soccorso in codice giallo e ci sarebbero altri feriti di lieve entità.

L’autista della vettura, dopo l’incidente, si è rimesso alla guida dell’auto ed è scappato a tutta velocità. Si tratterebbe di un giovane di 23 anni residente a Marassi, identificato grazie alla testimonianza di un residente di via Daneo che ha visto la scena dalla finestra. A bordo con lui è stata vista anche un’altra persona. La polizia locale si è lanciata all’inseguimento ma l’uomo ha fatto perdere le sue tracce. La targa è stata però rinvenuta sul luogo dell’incidente dagli agenti della sezione infortunistica. (NELLA NOTTE L’ARRESTO)

Sul posto, oltre alla polizia locale che sta ricostruendo la dinamica dell’incidente, le ambulanze della Croce Gialla, della pubblica assistenza Burlando, della Croce Bianca di San Desiderio e della Croce Rossa di Sturla. Sono ancora visibili i resti dell’auto semidistrutta e gli arredi della piazzetta devastati dopo l’impatto.

Terrore a Quezzi, auto travolge gruppo di giovani: due feriti gravissimi tra cui una ragazza incinta

Alla scena hanno assistito numerosi ragazzi, la maggior parte minorenni, che hanno descritto l’accaduto alle forze dell’ordine. Dai primi accertamenti è emerso che il responsabile era solito sfrecciare con la sua Bmw per le vie della zona, filmando spesso le scorribande e postandole sui social. A suo carico si prefigura una pesante accusa di lesioni stradali e omissione di soccorso.