Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Rapallo Rivarolese, mister Rossetti: “Attaccanti a segno grazie al lavoro di tutta la squadra” risultati

Le parole dell'allenatore al termine del successo per 6-3 sul Molassana

Rapallo. Nell’esordio stagionale nel campionato di Eccellenza al Macera il Rapallo Rivarolese ha la meglio sul Molassana Boero per 6 reti a 3.

Memorial Di Fraia

Partita spettacolare per i bianconeri, con due reti di Bertuccelli, due di Zunino ed una ciascuno di Audel e Sbarra nel finale.

Ottima prova del Rapallo Rivarolese che parte col piede giusto nella prima giornata di campionato. Mister Cristiano Rossetti, nell’intervista realizzata dall’ufficio stampa della società, commenta: “Partita da Zemanlandia: al 27° del primo tempo 3 a 2, le due squadre avevano già fatto cinque gol. Una normale prima partita di campionato, dove non ci sono ancora l’ansia della classifica e le pressioni del risultato, si gioca un po’ tutti a viso aperto e si è concesso forse troppo. Da parte nostra qualcosa andava registrato, ma è anche vero che avevamo enormi difficoltà nel reparto difensivo, dovendo rivoluzionare un po’ qualche ruolo e qualche uomo ci sta. Portiamoci a casa il risultato; si può sempre migliorare, ma l’avrei detto anche se avessimo vinto 3 a 0“.

Bertuccelli e Zunino hanno realizzato doppiette. “Loro sono l’espressione di quello che i nove dietro fanno in campo e i nove che vanno in panchina sostengono quando non giocano – sottolinea l’allenatore -. L’attaccante è normale che vada sulle prime pagine per i gol, però se loro fanno gol è perché dietro c’è un lavoro della squadra per metterli in condizione di poter esprimersi al meglio. È evidente che noi abbiamo due attaccanti di valore davanti, fanno il loro, ed è giusto che facciano quello che devono fare. Però non dimentichiamoci di chi sta dietro e gli permette di esprimersi“.

“Per me hanno fatto tutti bene, non è mai bello parlare dei singoli. Di conseguenza la squadra in fase di possesso ha sviluppato bene; dobbiamo registrarci su alcune distrazioni evitabili, perché una squadra che ha delle aspirazioni di alta classifica quando ha la partita in mano non deve riportare l’avversario dentro la partita. Noi ci abbiamo veramente messo un impegno enorme per riportarli dentro la partita; le qualità ce le abbiamo ed ero non tranquillo ma fiducioso che la portassimo a casa, però, oltre a Sbarra, un buon merito a tutti quelli scesi in campo e non” conclude Rossetti.