Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Municipio Centro Ovest, c’è l’accordo per il governo Pd-M5s: centrodestra in bilico anche al Medio Levante

Entro il 16 ottobre sarà votata la mozione di sfiducia al presidente Renato Falcidia, intanto anche alla Foce l'opposizione al lavoro sui numeri

Genova. Giorni contati per il governo di centrodestra al municipio Centro Ovest, quello che racchiude la popolosa zona di Sampierdarena e Cornigliano. Entro il 16 ottobre deve, per regolamento comunale, essere convocata la seduta del consiglio durante la quale si voterà la mozione di sfiducia presentata 30 giorni prima dal centrosinistra e dal M5s. Chiedono che il presidente leghista Renato Falcidia si faccia da parte per non aver rispettato le promesse fatte ai quartieri all’inizio del mandato e per aver tenuto il municipio in un sostanziale immobilismo.

La vicenda che è stata definita dallo stesso Falcidia un “gioco di palazzo” prende le mosse dal fatto che quando Falcidia era stato nominato presidente, nel 2018, era stato possibile grazie a una sorta di patto di non belligeranza tra Lega e Movimento 5 Stelle (erano i tempi in cui a Roma c’era un governo gialloverde). I M5s non sono entrati in maggioranza, non hanno avuto assessori o ruoli chiave, ma hanno funzionato come stampella nel nome della governabilità. Oggi le cose sono cambiate – non per via delle dinamiche nazionali, sottolineano dall’opposizione – ma resta il fatto che una corrispondenza d’amorosi sensi tra del e pentastellati è sicuramente più scontata che due anni fa.

Nei giorni scorsi la giunta ha messo a segno un paio di punti dando finalmente esito ad alcuni interventi attesi da tempo – come lo sfalcio a Belvedere – ma questo non basterà a evitare la sfiducia. Anche perché l’opposizione, anche alla luce dei risultati delle regionali, ha trovato un sostanziale accordo su come comporre una nuova giunta con un nuovo presidente ed evitare quindi il rischio di un ennesimo commissariamento.

Il presidente sarà quasi certamente un esponente del Movimento 5 Stelle, forte di 8 consiglieri eletti (erano i tempi dell’onda gialla), due assessori andranno al Pd, che proporrà due donne di cui una esterna. Probabile che lista civica Insieme Buffa Presidente e Leu non ostacolino i giochi ma restino fuori dalla spartizione degli assessorati. Resta da valutare se sia politicamente una scelta vincente, per l’opposizione, quella di andare al governo di un territorio complesso e dove nei prossimi mesi (anni) si giocheranno partite delicatissime, come il probabile trasferimento dei depositi costieri alla Foce del Polcevera.

L’avvicinarsi della fine del governo di centrodestra è già data per scontata dal consigliere comunale del Carroccio Davide Rossi che, addirittura, in una nota, ha accostato l’arrivo del centrosinistra al potere con un caso di tentato stupro per strada, a Sampierdarena: “Molti cittadini e commercianti del quartiere mi hanno riferito, torna forse il centro sinistra a guidare il municipio e si respira di nuovo un sentimento di abbandono e paura nel quartiere”.

Intanto non solo il Centro Ovest ma anche il municipio Medio Levante sembra essere in bilico. Le opposizioni in consiglio sono al lavoro da tempo sui numeri per presentare una mozione di sfiducia nei confronti di Francesco Vesco (Cambiamo, ex Forza Italia). Ultimamente anche all’interno della maggioranza si starebbe vivendo più di un mal di pancia.