Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Multata perché non vuole mettere la mascherina, turista ferisce all’occhio un vigile

Coppia di turisti fermata per ben due volte, la donna alla fine ha reagito ferendo l'agente a un occhio

Santa Margherita Ligure. Non voleva saperne di mettere la mascherina e, quando i vigili hanno deciso di multarla dopo averla incontrata per la seconda volta, li ha aggrediti. Protagonista una turista lombarda fermata con un uomo a Santa Margherita Ligure, entrambi denunciati per resistenza e lesioni.

I fatti si riferiscono a sabato pomeriggio quando, nell’ambito dei controlli sul territorio per la verifica del rispetto delle normative anti contagio, due agenti della polizia locale hanno fermato per ben due volte una coppia di turisti residenti in Lombardia che passeggiavano senza mascherina.

La prima volta gli agenti hanno invitato i due a dotarsi di mascherina. Riscontrando che anche al secondo controllo i turisti mostravano di non voler rispettare le norme che prevedono l’obbligo del dispositivo, gli agenti li hanno multati per 400 euro ciascuno. In quel momento la donna ha reagito colpendo al volto uno dei due operatori ferendolo a un occhio. Per i due trasgressori è prevista anche una denuncia per rifiuto di declinazione delle generalità a pubblico ufficiale, nonché la conseguente segnalazione all’autorità giudiziaria per lesioni.

“Esprimo solidarietà all’agente ferito e gli auguro una pronta guarigione – dichiara il sindaco Paolo Donadoni – la Polizia Locale, in coordinamento con le Forze dell’Ordine, in questi mesi di emergenza sanitaria ha svolto un compito complesso sia per l’impegno richiesto sia per le modalità di intervento, lavoro che viene apprezzato anche dai cittadini e che verrà intensificato in questi mesi”.

“Il personale della polizia locale di Santa Margherita Ligure, prosegue le attività di controllo del rispetto delle normative di contenimento dell’epidemia da Covid – dichiara il comandante della polizia locale Luigi Penna – Si ricorda che l’ordinanza sindacale che obbliga l’utilizzo delle mascherine in centro storico nei luoghi aperti al pubblico, stazioni, luoghi di attesa di trasporto pubblico, o luoghi pubblici (scuole comprese), è valida fino al 31 gennaio 2021 data di proroga dell’emergenza. Solo nel mese di settembre sono stati controllati 195 attività commerciali e 851 le persone controllate”.