Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Mostra “Mogano Ebano Oro” a Palazzo Reale: ultimi quattro giorni di allestimento con biglietto a un euro

Una mostra che merita, ma purtroppo allestita in un periodo difficile

Genova. Palazzo Reale comunica che, per gli ultimi 4 giorni di apertura al pubblico della grande mostra “Mogano Ebano Oro! Interni d’arte a Genova nell’Ottocento, da Peters al Liberty” curata da Luca Leoncini, Caterina Olcese Spingardi e Sergio Rebora, l’ingresso sarà per tutti a un euro.

Una promozione che vuole accompagnare il finissage dell’importante esposizione e permettere, ancora più agevolmente, a chi non l’avesse ancora potuta vedere, di venire a scoprirne la magnificenza e la bellezza.

Sono oltre 200 i pezzi esposti capaci di evocare più storie, la prima, che introduce ai contenuti e allo spirito dell’esposizione, è proprio quella legata al fondamentale ruolo giocato da Peters e per questo il piano superiore del Teatro del Falcone è dedicato alla ricca varietà di tipologie e linguaggi da lui sperimentati nel corso della sua straordinaria parabola professionale. Il segreto del suo successo va ricercato da un lato in una formula stilistica congeniale al gusto espresso dalla società ligure del tempo e dall’altro nella capacità di far fronte alle crescenti richieste di una clientela sempre più ampia, attraverso la creazione e il lancio sul mercato di un ricco ventaglio di tipologie di oggetti di arredo.

La sua interpretazione del ruolo dell’imprenditore, con l’introduzione di metodi da protodesign, secondo la felice definizione di Antonella Rathschüler, ne fece un precursore della rivoluzione industriale in un Paese per molti versi ancora attardato, come certamente fu l’Italia della prima metà dell’Ottocento.

Il racconto di questa parabola, che si rende del tutto esperibile grazie a una sequenza di pezzi davvero straordinari e per qualità e per varietà, permette in una apposita sezione di rivivere l’atmosfera della Genova risorgimentale, con arredi intarsiati, sculture e dipinti che illustrano episodi e personaggi celebri di quella gloriosa epopea (Garibaldi, Mazzini, ma anche Bianca Rebizzo e Carolina Celesia); o ancora l’ebanisteria dedicata agli edifici di culto è affrontata richiamando in mostra il magnifico coro della Cattedrale di San Lorenzo, progettato da Santo Varni ed eseguito sotto la sua direzione da una composita equipe di talentuose maestranze.

Accanto alla dimensione pubblica esiste poi una committenza privata di primissimo piano, che fece mirabile e sontuoso il decoro delle case genovesi del secondo Ottocento: alcuni arredi, estrapolati dal più complesso contesto originario, illustrano la vorticosa evoluzione di gusto, aggiornato sui modelli di stampo europeo, dal biedermeier all’eclettismo più spinto.

Per prenotare e acquistare gli ingressi così da visitare gli spazi in assoluta sicurezza e nel rispetto del distanziamento interpersonale cliccare qui.

L’acquisto del biglietto avverrà dunque online, salvo poi il passaggio dalla biglietteria per la verifica del titolo d’ingresso al momento dell’arrivo e il rispetto dell’orario prenotato.

Per info e prenotazioni: customerservice@wingsoft.it / +39010592158

Per parlare con la Biglietteria di Palazzo Reale: 349 8433808 / realeticket@wticket.it (negli orari di apertura)

Sarà possibile acquistare un biglietto anche all’arrivo in museo, ma a condizione che i numeri massimi di capienza oraria non siano stati già raggiunti.

È obbligatorio indossare la mascherina per tutto il tempo di permanenza all’interno degli spazi espositivi.