Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Mascherine e assembramenti, scattano i controlli da levante a ponente: pattugliati anche capolinea bus e stazioni metro

Tre 21enni genovesi multati in stazione, altri 5 davanti a un locale a Campi. Molti controlli di "sensibilizzazione" davanti alle scuole

Genova. Tre genovesi di 21 anni sono stati sanzionati ieri dalla Polfer perché non indossavano la mascherina all’interno della stazione Principe. Altri cinque giovani sono stati multati per lo stesso motivo all’esterno di una discoteca di corso Perrone in zona Campi.

Le forze dell’ordine hanno intensificato i controlli per verificare il rispetto delle normative anticontagio su disposizioni del questore Vincenzo Ciarambino che nelle ultime settimane ha emanato due ordinanze. Nella prima del 26 settembre, sono stati in particolare disposti controlli davanti alle scuole soprattutto con l’obiettivo di sensibilizzare studenti e familiari ad indossare le protezioni e a rispettare il distanziamento.

Tra le scuole oggetto di controlli ci sono il liceo classico Doria, il King, l’istituto professionale Majorana, il liceo Montale e il liceo linguistico Deledda. Su segnalazione dei residenti i controlli hanno riguardato anche alcune scuole di primo grado come l’istituto comprensivo San Giovanni Battista di Sestri ponente la scuola elementare Nino Cervetto di Cornigliano. All’esterno degli istituti scolastici non sono state tuttavia comminate sanzioni. Sempre su segnalazione da parte dei cittadini per possibili assembramenti diversi controlli hanno riguardano l’arena Albaro Village e il piazzale antistante il supermercato Pam di Genova Pra’.

Con l’ordinanza emanata ieri invece è stata disposta l’intensificazione dei controlli alle fermate dei bus e ai capolinea di autobus urbani ed extraurbani e alle fermate della metropolitana in particolare negli orari di ingresso e uscita degli studenti dalle scuole anche in seguito alle numerose segnalazioni arrivate dalla forze dell’ordine sul mancato rispetto della capienza dell’80% a bordo dei mezzi pubblici. A

ncora tra le zone sotto sorveglianza speciale per il rischio assembramenti, al di fuori del centro storico dove polizia e carabinieri sono da ieri supportati da personale dell’esercito, ci sono corso Italia e in particolare i locali a maggiore frequentazione in orario serale, i giardini di Quinto, i giardini Cavagnaro, piazza Piccapietra e spianata Castelletto. A Sestri ponente è previsto un servizio per verificare l’uso delle mascherina e il divieto di assembramento in via Sestri, considerata la via dello shopping del quartiere, in particolare al pomeriggio e soprattutto al sabato.