Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Maltempo, la Lega: “Il governo risarcisca i privati o in Liguria falliranno migliaia di imprese”

Rixi: "Solo 10 milioni non bastano", Salvini: "Non si può aspettare che il Parlamento distingua, c'è gente che sta scavando sotto le macerie"

Più informazioni su

Genova. “Chiederemo al governo che vengano dati i fondi anche ai privati che hanno subito danni. Rischiamo di veder fallire tantissime attività”. A lanciare l’allarme, mentre la Liguria si lecca ancora le ferite dopo l’ondata di maltempo, è il segretario regionale della Lega Edoardo Rixi. Lo fa durante la conferenza stampa che ha chiuso l’incontro a pranzo con Toti e Salvini, un messaggio politico all’esecutivo che stasera dovrebbe già deliberare lo stato d’emergenza ma senza certezze sui risarcimenti per comuni cittadini e aziende che hanno perso tutto.

“Si parla di 10 milioni di euro a fronte di decine di milioni di danni, non va bene”, accusa Rixi che parla di “migliaia di imprese” danneggiate nell’Imperiese di cui oltre 500 a Ventimiglia dopo l’alluvione del Roja. “Abbiamo bisogno dello stato di calamità ma anche di risorse da dare ai privati, che in passato erano state date”, ricorda Rixi rivendicando indirettamente i soldi erogati dal governo gialloverde per le devastazioni del 2018.

Problema che riguarda soprattutto l’estremo Ponente, ma anche il Levante colpito dalle mareggiate (soliti danni a stabilimenti balneari e porticcioli) e da frane e allagamenti nell’entroterra del Tigullio. Una prima stima della Regione quantificava il bilancio in 30 milioni escludendo però, appunto, tutta la partita dei fondi ai privati.

“Ci auguriamo che l’Aula accolga provvedimenti a favore dei privati – ha aggiunto poi Salvini -. Non puoi aspettare che il Parlamento distingua tra pubblico e privato, c’è gente che sta scavando tra le macerie. Un governo degno di questo nome si riunisca in nome della Liguria e dia sostegno ai liguri”.