Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

“Ma sei nescio?”, per la campagna di prevenzione anti-covid la Regione punta sui meme foto

L'obbiettivo è sensibilizzare i cittadini al rispetto di tutte le norme di contenimento del coronavirus

Più informazioni su

Genova. Lo stile ricorda quello di un meme molto diffuso, quello dove Batman prende a schiaffi Robin. Il target è quello di chi frequenta i social network come Facebook, quindi forse più alto anagraficamente di quanto non si potrebbe pensare. Il contenuto è semplice e prende spunto dal quotidiano. Il linguaggio strizza l’occhio al dialetto, cosa che – a Genova – “rende” sempre, e al gergo giovanile.

“Almeno con gli amici niente mascherina – ma sei fuori?”, “Ho un po’ di febbre vado a fare la spesa – Ma sei nescio?”, “Vabbè è una piccola festa tra amici – ma sei abelinato?”, “Ma io in giro sto senza mascherina – Ma ti svegli?”. Sono i meme della nuova campagna di comunicazione lanciata da Regione Liguria.

L’obbiettivo della campagna, è sensibilizzare i cittadini al rispetto di tutte le norme di contenimento del coronavirus: “Per proteggere te, i tuoi cari e tutte le persone che ti stanno intorno, mascherina, distanziamento, igiene e responsabilità”.

Le prime reazioni sui social, alla campagna, sono di vario segno. C’è chi apprezza la trovata e chi coglie la palla al balzo per denunciare la situazione di disagio di chi sta cercando di avere supporto, senza riuscirci, dal sistema sanitario.

“Questa campagna, nonostante il tono ironico, ha un intento molto serio – afferma il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti – quello di ribadire a tutti, soprattutto a chi ancora non lo fa, quanto sia importante essere prudenti e rispettare le regole per tutelare noi stessi, i nostri cari e tutte le altre persone che ci stanno intorno. Ora più che mai dobbiamo essere uniti e tenere alta la guardia. Nella battaglia contro il virus ciascuno di noi può fare la differenza con il proprio comportamento. Non rendiamo vano il sacrificio che molti stanno facendo” conclude Toti.