Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Il Genoa dura un tempo contro l’Inter, poi capitola 0-2 risultati fotogallery

Il Genoa si difende bene ma non basta

Genova. Troppo forte l’Inter in questo momento per il Genoa, che nel primo tempo si è difeso bene, impedendo alla squadra di Conte di tirare in porta. Nel secondo la squadra di Maran è condannata dalle reti di Lukaku e D’Ambrosio. Una partita comunque positiva dal punto di vista della tenuta mentale, visto che il Genoa non ha mai mollato sino alla fine, nonostante una condizione fisica inevitabilmente da recuperare dopo il flagello Covid che ha colpito la squadra.

Primo tempo.

Un Genoa che è privato di Gianluca Scamacca a causa di un tampone dubbio. Quello successivo, risultato negativo, è arrivato troppo tardi. Per il regolamento fa fede il test a quattro ore dal match.

Maran schiera una difesa a tre con Goldaniga, Zapata e Bani che avrà l’ingrato compito di marcare Lukaku. In attacco Pandev e Pjaca. Gli esterni di centrocampo sono Ghiglione a destra e Czyborra a sinistra. Proprio lui sarà l’elemento maggiormente in sofferenza per tutto il primo tempo. Una prima parte di gara in cui il Genoa stringe i denti e soffre il dominio dell’Inter che proprio sulla destra riesce spesso a sfondare grazie a D’Ambrosio, Darmian e a Lukaku, mettendo in crisi più volte i rossoblù.

Il Genoa si difende bene nonostante l’apnea prolungata e in fondo sono poche le occasioni nitide per i nerazzurri (oggi in bianco), con Perin inoperoso, visto che i tiri in porta saranno zero nel primo tempo: al 14′ un destro al volo di Martinez termina di poco sopra la traversa. Nonostante le sbandate di Czyborra, Bani compie un ottimo lavoro su Lukaku, immolandosi anche sul tiro di Vidal a colpo sicuro in area di rigore (26′), salvando ancora su Darmian con una deviazione provvidenziale in angolo (29′) e nel mezzo ricorrendo al mestiere su Lukaku che protesta per un contatto dubbio. Ancora Inter al 33′, che con Lautaro trova ancora l’opposizione rossoblù: la sua girata viene deviata in angolo.

Un fallo in attacco di Martinez fa guadagnare alla punta nerazzurra il primo cartellino giallo della gara.

Il primo tempo si conclude con un’occasione per il Genoa in ripartenza, ma Ghiglione non controlla bene il pallone su lancio illuminante di Pandev (88′).

Secondo tempo.

Nella ripresa fuori Czyborra per Pellegrini ed è un altro Genoa, almeno dal punto di vista del dinamismo. I rossoblù, anche grazie a Pandev che riesce a rubare qualche pallone, non solo tengono di più la palla, ma avrebbero anche qualche occasione. Il macedone al 55′ conquista il pallone in buona posizione e serve Pjaca, che però spreca l’ottima occasione, facendosi recuperare palla da Ranocchia.

Conte cambia tutto: dentro Hakimi per Perisic e Barella per Eriksen, con Darmian che viene spostato a sinistra. Sarà la scelta decisiva. Nel Genoa fuori Badelj e Behrami per Zajc e Radovanovic, un doppio cambio forze un po’ azzardato. Ancora Genoa che spreca con Pandev una situazione potenzialmente pericolosa in campo aperto: sinistro dalla distanza molto debole (63′). Un minuto dopo arriva il vantaggio dell’Inter grazie a una bella intuizione di Barella per Lukaku, che in area salta Goldaniga e in caduta trafigge Perin con un diagonale sinistro.

Le squadre si allungano e a subirne le conseguenze è il Genoa che cambia Pjaca con Shomurodov (65′), ma le opportunità si diradano ulteriormente ed è l’Inter a raddoppiare su calcio d’angolo: batte Brozovic, devia Ranocchia e a due passi dalla linea di porta è D’Ambrosio a correggere in rete con la difesa del Genoa completamente immobile. La partita non ha più nulla da dire. La squadra di Maran si fa rivedere sulla trequarti avversaria grazie a una bella giocata di Pellegrini su sponda di Shomurodov, che però non riesce a servire Pandev in mezzo all’area.

Allo scadere ci prova l’ex Pinamonti, entrato al 72′ e beccato dal poco pubblico presente, ma Perin para facile in tuffo. Il Genoa resta a 4 punti e nel prossimo turno affronterà una Sampdoria lanciatissima nel derby. In mezzo la Coppa Italia contro il Catanzaro.

Genoa-Inter 0-2

Reti: 64′ Lukaku; 80′ D’Ambrosio

Genoa: Perin, Goldaniga, Zapata, Bani, Ghiglione, Badelj (61′ Zajc), Behrami (61′ Radovanovic), Rovella (84′ Melegoni), Czyborra (46′ Pellegrini), Pandev, Pjaca (65′ Shomurodov).

A disposizione: Marchetti, Paleari, Biraschi, Destro, Masiello, Parigini, Dumbravanu.

Allenatore: Maran

Inter: Handanovic, D’Ambrosio, Ranocchia, Bastoni, Darmian (80′ Kolarov), Vidal (80′ Nainggolan), Brozovic, Perisic (58′ Hakimi), Eriksen (58′ Barella), Martinez (72′ Pinamonti), Lukaku.

A disposizione: Padelli, Stankovic, De Vrij, Moretti, Vezzoni, Carboni, Satriano.

Allenatore: Conte

Arbitro: Massa di Imperia

Ammoniti: Bani (G); Martinez (I)