Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Entella-AlbinoLeffe: i commenti di Tedino, Petrovic e Koutsoupias

Le voci dei protagonisti

Chiavari. Debutto vincente della Virtus Entella in Coppa Italia: il 2-1 ai danni dell’AlbinoLeffe vale il passaggio al terzo turno.

entella

Bruno Tedino commenta: “Risposte quasi tutte positive. Abbiamo fatto un paio di errori, soprattutto sul piano della concentrazione, che non mi è piaciuto. Però, devo dire la verità, è un gruppo che segue, un gruppo che lavora. Non è facile far giocare tantissimi giovani così, hanno risposto bene, e questo è motivo di grande soddisfazione per la società, per la proprietà, per tutti quanti noi”.

“Hanno dimostrato tutti partecipazione – prosegue il mister -, propositività ed anche senso del gioco, perché hanno fatto delle cose pregevoli anche da quel punto di vista. Però se ci accontentiamo non abbiamo capito niente. Il processo passa attraverso questo tipo di miglioramento continuo. Mi sono arrabbiato per il gol subito alla fine, ma i ragazzi lo sanno: lo sapevano senza che glielo dicessi, perché secondo me è un motivo di crescita e quindi questo dobbiamo migliorarlo in maniera molto veloce”.

“Adesso pensiamo alla Reggiana – dice Tedino -, che è già sufficiente per farci passare un weekend difficile, duro e anche di grande concentrazione”. Riguardo a Schenetti, “è importante che lui stia bene e per stare bene non è solo un discorso clinico ma è anche un discorso di condizione, quindi deve lavorare. Non ci è parso vero di fargli giocare un quarto d’ora, quindi per noi è importante vederlo, valutarlo e soprattutto che stia con noi, perché ci dà quella energia ed anche quell’imprevedibilità che questa squadra deve avere”.

Tomi Petrovic, autore di un gol, dichiara: “Era importante vincere questa partita perché sapevamo che non era facile, l’AlbinoLeffe è una buona squadra e si sono preparati bene, però alla fine l’importante è passare il turno. Avevo tanta voglia di segnare perché l’anno scorso ero in prestito, non stavo qua, quindi sono molto contento di segnare, anche e soprattutto per farmi vedere, perché era un’occasione per farci vedere dal mister per tutti noi che abbiamo giocato meno la partita scorsa. Il mio primo obiettivo era rimanere qua all’Entella in B per non andare più in prestito, quindi per fortuna mi sono guadagnato qua il posto e darò il massimo per far più presenze possibili”.

Ilias Koutsoupias, anch’egli a segno, al suo primo gol con l’Entella, afferma: “Innanzitutto sono molto contento perché ho fatto il mio esordio tra i professionisti, tra i grandi: è un momento che aspettavo da tanto. Sono contento per il gol, per la prestazione e soprattutto per la vittoria della squadra. È stata una settimana difficile, perché avevo rotto il naso e sono rientrato questa settimana. Voglio ringraziare lo staff e soprattutto i miei compagni, perché mi hanno aiutato tantissimo in questa settimana per essere pronto oggi a fare la partita che ho fatto e senza di loro non ce l’avrei fatta. Oggi avevo tanta voglia di essere protagonista: ho avuto l’infortunio, sono rientrato, ho fatto una settimana così così e oggi sono contento di quello che ho fatto”.

Ilias ha trascorso due stagioni nella Primavera del Bologna. “Sono stati due anni belli, che mi hanno aiutato tantissimo a livello calcistico, ma anche fuori dal calcio. Sono andato lì che avevo 17 anni, sono arrivato adesso che sono un’altra persona, ho un altro carattere. Però – conclude – sono tornato qua e ho davvero tanta voglia di fare bene con l’Entella, che è stata la prima squadra che mi ha portato qua in Italia e l’ho sempre avuta nel cuore.